in ,

Toto Quirinale 2015: Sergio Mattarella è il candidato intorno a cui si stringerà l’accordo?

Mancano una manciata di ore alla quarta votazione, che potrebbe essere quella decisiva in cui Pd e Forza Italia dovrebbero convergere i loro voti su un candidato comune per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. Nei palazzi romani crescono i sussurri e le voci su un forte pressing dei moderati di Berlusconi e Alfano per una convergenza sul nome di Giuliano Amato, attualmente giudice costituzionale, che incontrerebbe anche i favori degli ex diessini vicini a Bersani e a D’Alema, ma che pare non entusiasmare l’attuale premier Matteo Renzi.

Renzi punterebbe su un altro membro della Consulta, Sergio Mattarella, il premier potrebbe contare su quasi tutta l’anima cattolica del Pd e non susciterebbe grande ostilità negli stessi bersaniani, e financo i “compagni” di Sel insieme ai transfughi grillini sarebbero propensi verso l’ex ministro della sinistra Dc che si dimise in dissenso all’approvazione della Mammì ai tempi del Governo Craxi. Dal giro renziano si vocifera che il premier si sarebbe convinto di questa soluzione e avrebbe tutta l’intenzione di forzare la mano su Silvio Berlusconi per superarne le residue resistenze.

Se Berlusconi dovesse intestardirsi sulla contrarietà spalleggiato in questo anche da Alfano, il premier avverte che potrebbe sentirsi libero di sparigliare con una “renzata” ricorrendo a nomi a sorpresa come l’ex magistrato Pietro Grasso attuale Presidente del Senato o Raffaele Cantone, magistrato in aspettativa e attuale presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione.

Ultimissime notizie Lazio calcio: Perea torna in squadra

Veronica Panarello chat

Loris Stival, Veronica Panarello in chat per 45 minuti: a giorni esito accertamenti telefonici