in ,

Totò Riina morto autopsia, curiosi fuori dall’obitorio: “Per me è morto un papà, che ha quattro figli”

Si è conclusa poco fa a Parma l’autopsia sul corpo di Totò Riina, morto ieri venerdì 17 novembre. L’esame ha avuto inizio prima delle 12 nell’istituto di Medicina Legale. Si è appreso che tuttavia non dovrebbe arrivare in giornata il nulla osta della Procura di Parma per il trasferimento della salma in Sicilia. Ne ha dato conferma poco fa il medico legale, Rosa Gaudio: “Farò la mia parte, invierò tutto al pm Umberto Ausiello che darà il nulla osta, quando lo riterrà opportuno”. Il trasferimento secondo le indiscrezioni avverrà lunedì.

Durante lo svolgimento della autopsia le forze dell’ordine hanno presidiato l’istituto di Medicina Legale dell’ospedale di Parma, per monitorare i diversi curiosi che sostavano nelle vicinanze, dove erano presenti anche tanti giornalisti e cameraman. Almeno due dei presenti erano siciliani e, interpellati dai cronisti, hanno ammesso di essere lì per semplice curiosità.

“Sono un siciliano che si trova dentro l’ospedale di Parma, ho saputo che c’è stato questo evento e sono qui per curiosità”, ha detto uno di loro citato dall’Ansa, spiegando di essere nato a 50 km da Corleone. Quando gli è stato chiesto di esternare il suo pensiero su Riina ha detto: “Tutto quello che si dice sulla stagione della mafia, io non l’ho mai sentito. Ci sono state delle stragi, c’è stata quella di Falcone e poco prima ci sono passato per quella strada, potevo incapparci pure io. Qui c’è una persona che è morta, è stata condannata: basta. Per me è morto un papà, che ha quattro figli”. I carabinieri hanno identificat tutti i curiosi, che poi hanno preferito allontanarsi.

Leggi anche —> Totò Riina è morto: il Boss di Cosa Nostra era in coma da giorni

Totò Riina, l’ira della figlia contro i giornalisti: “Vi denuncio”

“Non posso parlare, ho dei figli minori da tutelare, tre bambini piccoli che vedono la foto della madre sui giornali. Vi chiedo rispetto per il dolore di una famiglia. Vi denuncio”, queste le dure parole ai cronisti che la assediavano, davanti l’ospedale Maggiore di Parma, di Maria Concetta Riina, figlia del boss di Cosa Nostra e madre di tre bambini. “Terremo in considerazione se e è civile quello che state facendo, vi denuncio tutti” ha detto, dopo essere stata oggetto di critiche per aver pubblicato sul suo profilo Facebook questa foto in cui invitata tutti al silenzio per la morte del padre:

Seguici sul nostro canale Telegram

Neonata abbandonata in auto

Bracciano: va al bar e lascia la figlia neonata chiusa in auto, denunciato 44enne

scandalo vaticano abusi chierichetti

Scandalo Vaticano, abusi nel collegio dei chierichetti: aperta nuova indagine