in ,

Totò Riina: “Papa Giovanni Paolo II avrei dovuto ucciderlo. Papa Francesco? Troppo buono”

Totò Riina voleva uccidere Papa Giovanni Paolo II. E’ quello che emerge da altre intercettazioni ambientali del boss di Cosa Nostra in carcere a Milano Opera. Parlando con il suo confidente Alberto Lorusso, esponente di rilievo della Sacra Corona Unita pugliese, Riina dice che Giovanni Paolo II, “quello polacco era un carabiniere, era cattivo”.

papa francesco oggi

Poi, il boss ricorda dell’anatema di Papa Wojtyla contro la mafia ad Agrigento nel 9 maggio 1993, poche settimane dopo l’arresto di Riina. “E’ venuto ad Agrigento a fare l’antimafia”. Riina allora dice senza mezzi termini: “Avrei dovuto sperimentare un’altra invenzione”, ovvero un’altra strage. Ma non è finita qui, perchè il boss, in carcere dal gennaio del 1993, definisce Papa Giovanni Paolo II “un disgraziato, un prepotente ed uno scellerato”.

Opposta, invece, l’opinione di Totò Riina su Papa Francesco. Secondo lui, infatti, “questo buono è, questo Papa è troppo bravo”. C’è di più, perchè il boss crede che Papa Bergoglio non piacerebbe alla Chiesa perchè “a molti all’interno della Chiesa piace il potere”. Insomma, dopo il PM Di Matteo e il prete antimafia Don Luigi Ciotti non sono finite le minacce di Totò Riina.

Nino U Ballerino, re del cibo di strada palermitano, rubava l’energia elettrica all’Enel

biennale venezia cinema

Mostra del Cinema di Venezia, proiezioni dell’1 settembre 2014