in ,

Totti Mafia Capitale, Odevaine al pm: “Pagò in nero vigili per scortare i figli”

Clamorosa indiscrezione dall’inchiesta su Mafia Capitale a pochi giorni dall’inizio del maxi processo sul giro di corruzione capitolina che vede alla sbarra ben 46 imputati. Ebbene, uno di loro, Luca Odevaine, ex vice capo di gabinetto con Walter Veltroni, poi capo della polizia provinciale, avrebbe rivelato al pm di Roma Paolo Ielo, durante un interrogatorio in carcere a Terni del 15 ottobre sorso, che Francesco Totti avrebbe pagato in nero alcuni vigili urbani.

“Dei vigili urbani facevano vigilanza ai figli di Francesco Totti, ma lo facevano fuori dall’orario di lavoro e venivano pagati in nero, dallo stesso Totti” – queste le esatte parole pronunciate dall’indagato, secondo l’indiscrezione riportata dall’agenzia Omniroma – “L’esigenza era nata dal fatto che era giunta una voce di un progetto di rapimento del figlio di Totti”.

“Ne parlai con il colonnello Luongo dei carabinieri, il quale, tenuto conto della genesi e della natura della notizia”, ha poi aggiunto l’ex componente del Tavolo di Coordinamento Nazionale sull’accoglienza, accusato di avere favorito l’assegnazione di appalti sull’assistenza ai migranti a cooperative che facevano capo a Buzzi e Carminati, “convenne con me che non era il caso di investire il Comitato per la sicurezza ma che si poteva trovare un modo per provvedere”.

Vede la moglie struccata, si spaventa e le fa causa: "Mi sento preso in giro"

Vede la moglie struccata, si spaventa e le fa causa: “Mi sento preso in giro”

I musei più strani d'Italia: 7 idee per un viaggio

I musei più strani d’Italia: 7 idee per un viaggio inaspettato, dalla ‘Bora’ alla tortura