in

Tox, la nuova alternativa a Skype open source

Un gruppo di hacker americani si è lanciato nella difficile missione di sostituire Skype, il noto programma della Microsoft di messaggistica e comunicazione gratuito, attraverso la creazione di un nuovo programma opensource che non viaggi sulla stessa piattaforma dati su cui si appoggia l’applicazione del colosso dell’informatica. Un’idea certamente innovativa e ambiziosa ma che non ha spaventato un gruppo di giovani che ha pensato di partire innanzitutto dal principale tallone di Achille di Skype, vale a dire la tutela della privacydetenuto albanese laureato con skype

Tox, questo il nome del nuovo programma, offrirà una serie di servizi collegati alla comunicazione online e utilizzerà la piattaforma 4chan, quella attraverso cui sono state diffusi i noti scatti intimi delle star per intederci; quello che i creatori di Tox hanno fatto inoltre è stato creare un nuovo protocollo di trasmissione dei dati crittografati chiamato “perfect forward secrecy“.

Il funzionamento del sistema è semplice: una volta installato, Tox creerà due chiavi crittografate, una pubblica e una privata: la prima sarà quella che dovrà essere data ai contatti che vorrebbero aggiungerci e chattare con noi. Al momento è al vaglio dei giovani hacker un modo più efficiente per sostituire l’ID vista la lunghezza. Dal punto di vista della versatilità, Tox ha una grafica molto semplice, persino rozza se paragonata a quella di Skype ma di sicura e immediata comprensibilità, in modo da essere usato facilmente da qualsiasi tipo di utente.

Mercato del lavoro in crisi tagli personale

Lavoro: piccole e medie imprese pronte a tagli del personale

i dolci di antonella clerici rai uno

Dolci dopo il Tiggì 8 settembre: Antonella Clerici e il goloso talent per pasticcieri