in ,

Traffico organi, migrante senza un rene a Milano: parla il medico che l’ha scoperto

Paolo Calgaro, medico nel pronto soccorso dell’Ospedale San Carlo di Milano, oggi pomeriggio ha parlato a Studio Aperto, e ha raccontato di avere fatto una scoperta agghiacciante mentre visitava un migrante sudanese di 42 anni proveniente da un vicino centro di accoglienza: l’uomo aveva una strana cicatrice sul fianco sinistro e a domanda su quei segni, avrebbe risposto che gli avevano asportato un rene.

“Mi ha detto di essere stato catturato in Libia” – ha spiegato il medico – “e di essere stato portato in una struttura, diversa da un ospedale, per fare le analisi del sangue. Da quel momento non ricorda più nulla. Quando si è risvegliato due giorni dopo, aveva un forte dolore al fianco sinistro e una cicatrice. L’uomo che era con lui gli ha spiegato che era stato sottoposto a nefrectomia per donare un rene al fratello di un fantomatico ‘Capo’ …”.

La Tac effettuata sul migrante ha poi confermato l’asportazione del rene sinistro. Dopo il fatto è scattata un’indagine per traffico internazionale di organi. L’inchiesta dovrà chiarire se il migrante sia stato costretto a sottoporsi all’operazione per poter proseguire il viaggio, e se abbia in realtà rivelato solo una mezza verità al dottor Calgaro.

delitto seriate news indagini

Omicidio Gianna Del Gaudio news: il giallo della collana e delle confidenze fatte alle amiche

Eventi sulla birra per 2 giorni

Birrifici Aperti 2016: due giorni di eventi e degustazioni in tutta Italia