in ,

Traghetto affondato, lo Schettino coreano: condannato a 36 anni per aver abbandonato la nave

Il capitano Lee Jun-Seok, che aveva affondato il traghetto Sewol, il 14 aprile al largo delle coste meridionali della Corea del Sud, con un bilancio totale di 300 vittime, è stato condannato a 36 anni di carcere, ma non gli è stata data l’accusa di omicidio.

Per che cosa è stato accusato? Per negligenza per abbandonato la nave con a bordo 476 passeggeri. Anche altri membri dell’equipaggio sono stati condannati, tutti per inadempienza al regolamento, e quasi tutti a 30 anni. Lee Jun-Seok è lo Schettino coreano, condannato per l’abbandono del traghetto. In Italia, invece, per il naufragio della Costa Concordia, la società ha già speso 100 milioni di euro per il processo, non ancora terminato, ma solamente appena ripreso da pochi giorni (23 ottobre 2014 ndr). Perché la Costa Concordia ha pagato il processo? Perché Francesco Schettino, nonostante tutto, ha vinto una causa civile.

Emilia-Romagna spese pazze in Regione

Emilia-Romagna, spese pazze in Regione: 42 consiglieri sotto inchiesta

Elena Ceste ultime notizie l'Autopsia probabilmente non potrà stabilire com'è morta

Elena Ceste: uccisa altrove e poi nascosta nel canale, i genitori sapevano della crisi matrimoniale