in ,

Trasloco casa e noleggio furgoni: consigli utili

Comfort abitativo, posizione, budget: gli elementi da tenere in considerazione per scegliere la casa ideale sono tanti e far quadrare i conti non è affatto semplice. Annuncio dopo annuncio, la soluzione perfetta (o quasi) prima o poi arriva, e così anche il momento del trasloco.
Organizzarlo è una bella sfida. Lo stress, si sa, è dietro l’angolo: costi imprevisti, dispendio di tempo e di energie e complicazioni varie possono trasformare questo momento così atteso in un’autentica impresa.
Il noleggio furgoni economico può essere una valida soluzione per semplificare il trasloco e contenere la spesa, specie se personalizzato e flessibile come quello proposto da Locauto. Ma quanto costa affittare un furgone e che caratteristiche deve avere il mezzo per soddisfare le proprie esigenze?

Noleggio furgoni per trasloco: i prezzi

L’affitto di un furgone per trasloco può avere costi elevati: per non sprecare tempo e denaro è bene avere chiare le proprie necessità e organizzarsi al meglio per ottimizzare i tempi. La durata del noleggio, infatti, è il primo fattore che incide sul prezzo. Quest’ultimo, generalmente, è più alto nel weekend, ragion per cui è preferibile programmare il trasloco durante la settimana, lavoro permettendo.
Chi può permettersi un trasloco ‘agile’, cioè deve trasportare una quantità ridotta di mobili, elettrodomestici e suppellettili varie, può cavarsela con un noleggio di 6-9 ore. Per rientrare nei tempi, naturalmente, è necessario velocizzare le operazioni di carico-scarico. Nel caso degli ingombri più difficili da movimentare può essere utile affidarsi a dei professionisti: ad esempio, se la casa si trova ai piani alti in un edificio privo di ascensore.
Il noleggio di un furgone senza autista per 24 ore può avere un costo base di circa 100 euro per i mezzi di piccole o medie dimensioni. Per i furgoni più performanti, dotati di capacità di carico più elevata, questo costo può anche duplicare (o quadruplicare, nel caso si intenda noleggiare il furgone per l’intero fine settimana).

Noleggio furgoni cassonati: come scegliere il veicolo

In alcuni casi (ad esempio, se l’abitazione è difficile da raggiungere ed è necessario utilizzare montacarichi ed elevatori per sollevare i carichi) affidarsi a una ditta di traslochi specializzata può essere l’unica soluzione praticabile.
I vantaggi sono numerosi, come delegare l’imballaggio, lo smontaggio e il montaggio dei mobili.
Se i volumi da trasportare sono ridotti, attrezzarsi con il noleggio di un furgone a ore è decisamente preferibile dal punto di vista economico. Per chi è in grado di gestire tutte le operazioni in autonomia, il trasloco fai da te conviene, soprattutto se la distanza da coprire è ridotta. Generalmente, il mezzo più utilizzato è il furgone a passo medio, facile da guidare e vantaggioso anche dal punto di vista del carburante.
Per quanto riguarda la capacità di carico, prima di noleggiare il furgone è bene fare una valutazione preventiva per non sottostimare – o sovrastimare, con relativo costo extra – le proprie esigenze. Prima di infilare le chiavi nel cruscotto, tutto deve essere già stato pianificato attentamente: scatoloni, imballaggio dei carichi fragili, smontaggio dei mobili e così via.

Una volta avviato il motore, i minuti volano ed è importante non sforare con la tabella di marcia. La gestione dei tempi comprende anche la fase di scarico: meglio mantenersi ampi nella previsione delle ore necessarie per svuotare il furgone e sistemare gli arredi nella nuova casa.
Da tenere in considerazione, infine, la sicurezza del carico: per vivere serenamente il trasloco, è bene assicurarsi che tutto – inclusi gli oggetti più delicati – arrivi a destinazione in perfette condizioni.
Come? Noleggiando un furgone attrezzato con corde di fissaggio, tenditori a cricchetto e altre dotazioni ad hoc.

Concorso pubblico Operatore Socio Sanitario: 17 posti disponibili all’Ospedale Federico II di Napoli

Stasera in tv: tutti i programmi Rai, Mediaset, La7 in onda martedì 6 novembre