in ,

Trasloco facile? Guida alla lista completa pre-trasloco

Il trasloco può essere davvero considerato uno degli eventi più stressanti della vita, ma con un po’ di organizzazione è possibile gestirlo al meglio e senza stress, preparando tutto il materiale necessario con un certo anticipo.
Per organizzare al meglio il trasloco è consigliabile tenere a mente alcune cose fondamentali, che consentono di gestire gli aspetti più stressanti delle operazioni ed evitare di commettere errori, come dimenticanze e danni.

Come gestire al meglio la preparazione al trasloco

Quando si parla di trasloco la parola d’ordine è “preparazione”. E’ importante acquistare anticipatamente tutti gli strumenti occorrenti, onde evitare di trovarsi impreparati e confondersi ad oltranza.
Come prima cosa si consiglia di procedere all’acquisto di scatoloni di diversa grandezza e di nastri adesivi, per effettuare gli imballaggi degli oggetti e dei complementi di arredo.
Reperire gli scatoloni per l’imballaggio potrebbe risultare difficile, si consiglia vivamente di prenderli nei supermercati o nei ristoranti, e prima di usarli è bene accertarsi che siano puliti.
Gli scatoloni possono essere anche acquistati, ovviamente i costi potrebbero in questo caso essere rilevanti, soprattutto perché sarà necessario acquistare anche nastro da pacchi ed altri materiali da imballaggio (per risparmiare si consiglia di partire con grande anticipo, in modo da cercare gli scatoloni con tranquillità).

Tutti i materiali di imballaggio, peraltro, compresi nastri e pluriboll (fogli di plastica con bolle), servono per avvolgere e compattare gli oggetti, oltre che per facilitare il trasporto (l’imballaggio degli oggetti può essere effettuato anche da un’azienda di traslochi, che si occuperà anche di questo aspetto).
Per evitare che durante il processo di trasloco i mobili, gli oggetti e i complementi di arredo possano subire danni, graffi o rotture, si consiglia di proteggere questi elementi con appositi fogli di giornale, con apposite pellicole per imballaggi e con il pluriboll, una pellicola capace di proteggere notevolmente dagli urti durante il trasporto.
Per gli oggetti più fragili, invece, come piatti e bicchieri, si consiglia di usare polistirolo, soprattutto se il viaggio per il trasloco è piuttosto lungo.

Per i traslochi che prevedono spedizioni di pacchi, e per imballare con sicurezza gli oggetti più delicati, Ë necessario usare le apposite pellicole estensibili per imballaggio e spedizione.
Quest’ultima consente di proteggere efficacemente gli oggetti ed è disponibile in diverse lunghezze, può essere usata anche per l’imballaggio dei mobili, soprattutto per proteggerli dall’umidità.

Come gestire al meglio il trasloco con l’aiuto di un esperto

Se si ha la necessità di completare il trasloco in breve tempo è preferibile rivolgersi ad un traslocatore, per facilitare il trasporto ed evitare il gravoso compito di montaggio e smontaggio dei mobili della casa.
I traslocatori, in genere, si occupano della fase preliminare al trasloco stesso, che include lo smontaggio dei mobili e la sistemazione degli oggetti.
Se gli elementi da traslocare sono tanti, e comprendono numerosi mobili e oggetti vulnerabili (ad esempio specchi e vetrinette da smontare), si consiglia sempre di ricorrere all’uso di esperti del settore, altrimenti il trasloco potrebbe risultare gravoso e complesso.

Creare una checklist per non dimenticare nulla durante il trasloco

Al fine di organizzare il trasloco può risultare utile anche la compilazione di una lista, una sorta di promemoria o checklist che permetta di non dimenticare le cose fondamentali da fare durante l’operazione di trasloco, soprattutto se si desidera evitare il ricorso al traslocatore.

Preparare un kit personale prima del trasloco: etichette e accessori per la cura del corpo

Per evitare disagi e tensioni, è consigliabile inoltre preparare un vero e proprio kit di sopravvivenza per il trasloco, da realizzare con un certo anticipo.
Il kit di sopravvivenza, in particolare, deve contenere i seguenti elementi:

  • i documenti fondamentali;
  • le medicine;
  • un set da utensili da viaggio;
  • degli asciugamani puliti e delle lenzuola;
  • degli abiti di ricambio.

Il trasloco, inoltre, rappresenta un’ottima occasione per ripulire la casa dagli oggetti inutili e vecchi, che ingombrano la casa inutilmente.
Si consiglia di buttare gli oggetti superflui prima del trasloco, per risparmiare sui costi e facilitare la gestione dello stesso.
Di non minore importanza rappresenta l’uso di apposite etichette per gli scatoloni, che consentono di individuare il contenuto degli stessi.
In questo modo, dopo il trasloco, sarà possibile ricollocare gli oggetti al posto giusto senza difficoltà, con un notevole risparmio di stress ed energia. Tutti questi materiali possono essere acquistati sull’ecommerce Esconti.

Valutare i preventivi di aziende di trasloco e risparmiare sui costi

Nel caso in cui si desidera avvalersi dell’aiuto di un traslocatore, E’ consigliabile valutare con attenzione i preventivi offerti, per risparmiare sui costi e valutare con anticipo la gestione di tutte le operazioni da parte del traslocatore.
Per ottenere un servizio efficiente, infatti, E’ necessario conoscere in anticipo le varie opportunità, per scegliere quella più consona alle proprie esigenze.
Riassumendo, si può concludere sottolineando che il trasloco è un’attività che spesso risulta stressante e complessa, ma che, se organizzata con largo anticipo, può risultare molto semplice. Quando mancano meno di 4 settimane al trasloco si consiglia di effettuare le seguenti attività:

  • la preparazione di un inventario degli oggetti da traslocare;
  • la valutazione dei preventivi delle imprese di trasloco;
  • l’acquisto del materiale per l’imballaggio;
  • l’acquisto di scatoloni per il trasloco degli oggetti;
  • la preparazione di un kit di sopravvivenza per il trasloco.

Nelle ultime due settimane, prima del trasloco effettivo, si consiglia invece di svolgere le seguenti attività:

  • lo smontaggio dell’antenna satellitare;
  • il cambio del numero di telefono e dell’indirizzo;
  • la disdetta dei contratti di luce, gas e acqua.

Nel giorno del trasloco è invece importante assicurarsi di non aver dimenticato nulla in casa, controllando per bene tutte le stanze.
Nel caso in cui il trasloco venga effettuato autonomamente, e dunque senza l’aiuto di un traslocatore, è bene tenere a mente alcune regole, che consentono di prevenire danni a oggetti e beni personali.
Gli scatoloni dovranno essere infatti sistemati secondo un ordine ben preciso, quelli più pesanti dovranno essere collocati in basso (sotto quelli più leggeri), e gli scatoloni contenenti oggetti vulnerabili, come piatti e bicchieri, dovranno invece essere sistemati sopra tutti gli altri, per evitare danni durante il trasloco.

Come evitare di trovarsi impreparati nel trasloco nella nuova casa

Immediatamente dopo il trasloco potrebbe risultare difficoltosa l’individuazione di alcuni oggetti personali fondamentali, come spazzolini, dentifricio e saponi; proprio per questo si consiglia di gestire questi elementi autonomamente, evitando di sistemarli all’interno degli scatoloni (E’ consigliabile introdurli all’interno di un apposito borsone igienico da portare con sé).

Martina Nasoni, età, altezza, peso, carriera, vita privata: tutto sulla concorrente del GF16

Marcella Bella a Vieni da me: «Le parole di Red Canzian mi hanno ferita»