in ,

Trenitalia: colpisce giovani e studenti

Alcune organizzazioni sindacali del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane hanno indetto uno sciopero dalle ore 00.01 alle 21.00 di oggi, 29 maggio 2014. Trenitalia ha garantito solamente la circolazione delle Frecce ed il treno “Leonardo Express” come collegamento tra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino. Tutto il resto ha trovato rifugio nel freddo e classico “Ci scusiamo per il disagio”. Freddo, perché di una scusa annunciata e ripetuta due volte in lingua italiana ed in inglese non se ne fa niente nessuno e non tocca, classico, perché l’avviso di ritardo o di cancellazione treno avviene quotidianamente con Trenitalia. Non stupisce.

scioperi Trenitalia

Ciò che lascia perplessi, invece, è la scelta di tenere attive le Frecce (benissimo che qualcosa funzioni, ma perché propri le Frecce?) Lo sciopero è lecito, è un diritto dei lavoratori acquisito nella storia lottando duramente; uno sciopero che colpisce prevalentemente chi ha meno opportunità economiche no. Le Frecce hanno un prezzo maggiore, poco economico, permettono la qualità di un viaggio e garantiscono l’arrivo nella meta desiderata. Gli studenti, i pendolari con abbonamento, i giovani che fanno colloqui un po’ distanti da casa, non scelgono come prima opzione una Freccia normalmente. Durante uno sciopero come quello di oggi sono tenuti a farlo, oppure attendono fino a sera l’arrivo di un treno, oppure fanno autostop, oppure cercano qualche autobus, impiegando ore lunghissime (perché per i paesini, le Frecce, comunque, non vanno), oppure perdono un esame all’Università (tempo di sessione, chiaramente).

Il dramma ed il lato più vero della situazione, è che alcuni studenti non escono nemmeno con molti soldi nel portafoglio o non hanno un bancomat o una carta di credito per poter fare un sacrificio e pagare un biglietto Freccia Bianca. Il disagio principale, di cui Trenitalia si scusa di continuo, lo crea ai giovani ed a tutte quelle persone che purtroppo, per una circostanza che non preclude per forza il proprio reddito, al momento si trovano sprovviste di denaro in più. Un invito a riflettere sul reale disagio che si vuole creare e soprattutto su chi attirare l’attenzione e chi colpire. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

Seguici sul nostro canale Telegram

Diritto allo studio, l’Università di Milano-Bicocca finanzia tutti i non beneficiari

giulia-moi-m5s

Giulia Moi neoparlamentare del M5S al centro di contestazioni: ha un curriculum falsato? (video)