in

Trenitalia: il Fecciarossa 1000 dedicato a Pietro Mennea

La prematura scomparsa di Pietro Mennea ha colpito l’animo ed il cuore di tutti gli sportivi italiani. Trenitalia ha voluto omaggiare il campione barlettano, oro olimpico e primatista sui 200 mt piani, dedicandogli il primo Frecciarossa 1000 che uscirà, dalla fabbrica (Ansaldo Breda) e presentato, nella giornata di martedì. Il treno toccherà i 400 km/h.

L’annuncio è stato dato dall’amministratore delegato dell’Azienda, Mauro Moretti, che ha così commentato la decisisone adottata stesso in giornata e dopo aver appreso la drammatica notizia: “Per commemorare una freccia del Sud che ha dato lustro all’Italia. Formidabile idea: Mennea sarà per sempre un modo per dire velocissimo”.

Intanto si susseguono i messaggi di cordoglio dopo la scomparsa. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha così voluto ricordare l’uomo Mennea:”Una notizia profondamente triste, una grandissima perdita. Il mondo dello sport deve onorare la memoria di Pietro Mennea, come atleta eccezionale e grande amico. La sua carriera è stata caratterizzata dalla promozione dei valori dello sport a livello sociale nazionale e internazionale. Personalmente ho sempre ammirato Pietro come atleta e come persona. Molti amici, in tutto il mondo, si stringono allo sport italiano in questo momento così triste”.mennea

Non si è fatto attendere il commento a caldo del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, il quale ha anche dato il via all’organizzazione della camera ardente presso la sede : “Penso che sia una perdita incolmabile, dobbiamo fare di tutto da oggi in poi per ricordare un grande uomo ed un atleta speciale. Un uomo con un fisico apparentemente normale, non da super uomo, è riuscito in imprese che hanno fatto la storia dello sport. Al di là del mio ruolo sono molto triste, la situazione negli ultimi giorni la conoscevo, anche se c’è stata una riservatezza assoluta come era nello stile della persona. La mia generazione, così come quella prima e quella dopo è cresciuta, a prescindere dal mito calcistico e di atleti di grandi sport di squadra, con il mito di Pietro Mennea. Mi dicono che solo due volte nella storia del Coni è stata fatta qui la camera ardente, non so se sono poche o tante, so che è sacrosanto per Pietro Mennea”.

Leggi anche –> Chi era Pietro Mennea, storia e biografia di Luigi Storti

Leggi anche –> E’ morto Pietro Mennea di Fabrizio Pucci

Seguici sul nostro canale Telegram

notizie di oggi italia

I Marò tornano in India

stazione nuova tratta Italo 2013

Sciopero a Milano il 22 marzo, Area C sospesa