in ,

Tribeca Film Festival 2017, Le Iene e la reunion dopo 25 anni, Tarantino: “Il debutto… che disastro”

Al Tribeca Film Festival 2017 si omaggia sua maestà Quentin Tarantino. Il regista statunitense oggi ha celebrato la reunion de Le Iene a 25 anni dalla presentazione al grande pubblico. E nessuno si sarebbe aspettato il successo di un film diventato cult: “Il momento più felice della mia vita – racconta Tarantino – è stato guidare verso casa su Sunset Blvd dopo le prove de Le iene e la cena a casa di Keitel. Come se in quel preciso istante io avessi sentito che il film avrebbe funzionato e che la mia vita sarebbe cambiata”. Anche se Quentin Tarantino ricorda benissimo il debutto de Le Iene: “La prima proiezione ufficiale? Un disastro.”

Tutto sul mondo del cinema con UrbanPost

Come ricorda il regista al Tribeca Film Festival 2017: “I proiezionisti non erano equipaggiati, non avevano le lenti giuste ma li ho lasciati fare, tenendo a bada le mie manie di controllo. Naturalmente il film sembrava cacca. Sul finale si sono persino accese le luci in sala, qualcuno se ne è accorto dopo un po’ di tempo e le ha abbassate. Durante i titoli di coda ognuno scaricava la responsabilità sull’altro, e all’improvviso… la corrente se ne va. Che fiasco, ragazzi”.

Tutto sui film in uscita con UrbanPost

Poi prendono parola i componenti del cast de Le Iene. Per esempio, Keitel parla dei suoi inviti a cena a Malibu: “E’ in quelle circostanze collegiali che la magia ha preso vita, ci sentivamo una famiglia, vedevamo Quentin crederci sempre di più. Sapevamo tutti che sarebbe arrivato il suo momento”.  Tarantino aveva bisogno di partner come Keitel, Roth, Madsen e Buscemi per smantellare cinque anni fallimentari: “Questi ragazzi hanno capito il progetto. Ora posso fare questo e tutti i film che voglio, mi ripetevo guardando i Three Stooges”.

Tutto su Quentin Tarantino 

E ancora: “Madsen è una pedina portante del cast. Me lo ha suggerito Keitel dopo aver finito di lavorare con lui su Thelma & Louise.” racconta Tarantino. “Ero così intimidito dal regista che non sapevo se accettare, se quel ruolo fosse adatto a me – spiega MadsenNel copione c’era solo scritto, ‘Mr. Blonde balla maniacalmente attorno al poliziotto’. Che diavolo significa? Poi mi è venuto in mente un passo di James Cagney, glielo avevo visto fare in uno dei suoi film, e ho girato la scena omaggiandolo. Ai festival quel pezzo è diventato di culto, con ben 33 spettatori usciti dal cinema, il numero più alto di walkouts della storia.”

BOLOGNA TIR IN FIAMME SULLA A14

Lecco incidente domestico, bimbo cade in vasca: è gravissimo

pensioni 2017 ape e quota 41 parere del Consiglio di Stato

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, parere del Consiglio di Stato, rilievi e modifiche