in

Trieste: cosa vedere sulle orme di Italo Svevo, tra musei e caffè storici

Per chi ama la letteratura, Italo Svevo, pseudonimo di Aron Hector Schmitz, è un punto focale della storia italiana. È stato autore di soli tre romanzi nel corso della sua vita, il più importante si intitola La coscienza di Zeno ed è considerato una vera e propria svolta nello stile narrativo dell’epoca avendo aperto le porte al cosiddetto flusso di coscienza. Trieste è la città dove è nato e ha vissuto per molto tempo, ecco un itinerario da percorrere per chi si considera un appassionato lettore.

Italo Svevo è nato a Trieste nel 1861 e la prima cosa che di lui si può ammirare, la prima traccia della sua vita si trova in Piazza Hortis: qui è presente una statua commemorativa che lo raffigura. Se volete prendere un buon caffè e allo stesso tempo trovarvi in uno dei luoghi dove lo scrittore era solito recarsi, allora la prima vera tappa dell’itinerario non potrà che essere lo storico Caffè San Marco, dove Italo Svevo spesso si recava a bere un tazza di caffè e a passare il tempo.

Dopo aver gustato il caffè, un luogo dove recarsi è la Biblioteca Civica di Piazza Hortis: in questo luogo, Italo Svevo si dedicava alla lettura, alla ricerca, immergendosi in quel suo modo che presto avrebbe preso forma nei suoi romanzi. Oggi la biblioteca ospita il Museo Sveviano, ed è un edificio nel quale poter conoscere a fondo la natura dello scrittore italiano. Per chi, invece, vuole assolutamente visitare i posti descritti nei suoi romanzi, come La coscienza di Zeno, Senilità e Una Vita, allora dovrà recarsi assolutamente al Giardino Pubblico di Via Giulia.

Photo Credit: Luca Lorenzelli/Shutterstock.com

Isola dei Famosi 2016 concorrenti

Isola dei Famosi 2016 concorrenti: Paola Caruso e Patricia Contreras amoreggiano in mare

Mika concerti Italia 2016, date e prezzi delle nuove tappe: ecco come acquistare i tagliandi