in

Trieste, incendio in appartamento: cinque intossicati, a dare l’allarme un bambino

L’incendio divampato questa mattina, lunedì 2 settembre 2019, a Trieste, ha divorato in pochissimo tempo l’appartamento al terzo piano di un condominio, in viale Miramare. Il rogo, sviluppatosi poco prima delle 10 di stamani, nei pressi della stazione ferroviaria, ha reso necessaria la chiusura di un tratto del viale per permettere le operazioni di spegnimento. Sul luogo sono intervenuti i Vigili del fuoco del Comando provinciale con tre mezzi e l’autoscala, la Polizia di Stato e la Polizia locale che ha provveduto ad isolare la zona, per la messa in sicurezza.

Trieste incendio in viale Miramare, nell’appartamento due nuclei familiari

Secondo quanto appreso dalle fonti, nell’appartamento in cui si sarebbe sviluppato l’incendio – gestito dall’Ics, Consorzio italiano solidarietà – Ufficio rifugiati – vivrebbero due famiglie, rispettivamente di nazionalità irachena e pachistana, per un totale di otto unità: quattro adulti e quatto minorenni. Nel momento in cui sarebbe divampato il rogo, una delle due famiglie dormiva e ad accorgersi delle fiamme sarebbe stato un bambino, facente parte dell’altro nucleo, grazie al quale sarebbe scattato l’allarme. Sedici persone sono state evacuate: cinque, tra cui un minore, sono state portate in ospedale a Trieste per accertamenti, ma fortunatamente non sarebbero in gravi condizioni.

trieste incendio

Leggi anche —> Belluno, incidente stradale: morto un diciannovenne e quattro feriti

taranto incidente

Taranto, incidente stradale: schianto tra due auto, morta ragazza di 38 anni

Anna Tatangelo in vacanza, curve da sballo: il lato B stuzzica la fantasia dei fan