in ,

Tripoli: i miliziani sparano sulla folla

Oggi a Tripoli, in Libia,  i miliziani hanno sparato su dei manifestanti che protestavano in modo pacifico e hanno ucciso più di 27 persone. Questo è stato reso noto dall’agenzia di Stato Lana citando le fonti di due ospedali della città e ha aggiunto che i feriti sono circa 300. L’attacco è avvenuto dopo che migliaia di persone hanno sfilato nella capitale libica partendo da una moschea del quartiere di Gharghour, vicino all’aeroporto internazionale della capitale libica. I manifestanti chiedevano che le milizie si allontanassero dalla città. Tripoli2

I miliziani hanno inizialmente sparato in aria per spaventare le persone, ma quando la folla ha continuato ad avanzare verso l’edificio gli uomini armati hanno aperto il fuoco con mitragliatrici pesanti e lanciarazzi. Le milizie libiche sono quelle composte da molti dei ribelli che nel 2011 combatterono la guerra civile contro Gheddafi. Alla fine del conflitto molti di loro non hanno riconsegnato le armi rendendo difficile il loro controllo. Il ministero della sanità libica ha peraltro ipotizzato che il numero delle vittime potrebbe crescere ancora.  Il Premier Ali Zeidan e le fonti governative lanciano appelli perché sia cessato il fuoco.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Silvia e Paolo abbraccio

Anticipazioni Uomini e Donne: al Trono Over una coppia che suscita emozioni

Caroline Bouvier Kennedy

Caroline Bouvier Kennedy nominata ambasciatrice in Giappone