in

Troppo zucchero nel sangue? Rischio per il sistema cognitivo

Numerosi studi hanno individuato relazioni di interdipendenza tra il glucosio nel sangue e la pressione sanguigna con le prestazioni cognitive (attenzione, concentrazione, memoria…).

Il dottor Agnes Floel, della Medicine Charité – University in Germania e colleghi hanno studiato i dati raccolti su 141 persone di età adulta e avanzata, in buona salute. Sono state misurate loro le funzioni cognitive, in particolare, la memoria, i livelli di emoglobina A1C , il glucosio e l’insulina ed è stata effettuata una risonanza magnetica per valutare il volume dell’ippocampo.

risonanza magnetica cerebrale

Il team di ricerca ha osservato che: “Cronicamente elevati livelli di glucosio nel sangue esercitano un influsso negativo sulla cognizione, probabilmente mediato da cambiamenti strutturali nelle aree cerebrali di apprendimento rilevanti”.

I risultati attuali potrebbero portare a una migliore comprensione dei meccanismi alla base della funzione cerebrale del glucosio e gli effetti in caso di glucosio elevato. L’obiettivo importante da raggiungere è il controllo glicemico, tale da impedire il declino cognitivo”


Leggi lo Speciale Diabete

Integratori per il benessere mentale

Seguici sul nostro canale Telegram

Dov’è Dio?

Laura Morante Bologna 2013

Laura Morante, spettacolo teatrale a Bologna dal 28 novembre 2013