in

Bruxelles, due donne alla guida della Commissione UE

Grande fermento a Bruxelles, per la prima volta sono state scelte due donne alla guida della Commissione UE e la Bce. Dopo un lungo percorso finalmente la commissione europea ha scelto la ministra della Difesa tedesca Ursula von der Leyen per succedere al lussemburghese Jean-Claude Juncker. Invece Christine Lagarde, la numero uno francese del Fondo monetario di Washington, succederà a Mario Draghi all’Eurotower di Francoforte.

commissione ue von de leyer

La decisione della Commissione UE

E’ stato lungo il percorso che ha portato a questa decisione, ma finalmente la Commissione UE sembra aver preso una direzione. Ancora qualche ruolo da assegnare, ma siamo quasi alla conclusione di tutto. Ursula Von der Leyen è considerata una fedelissima della cancelliera Angela Merkel. Von der Leyen non è ben vista solo dal suo stato ma anche in Francia è molto ammirata. Il presidente francese Emmanuel Macron ha sostenuto la sua presidenza,  ottenendo in cambio la Bce per Lagarde. Il premier Giuseppe Conte, che aveva bloccato il «pacchetto» con Timmermans insieme ad una decina di altri leader, tra cui i quattro di Visegrád, ha moderatamente e pragmaticamente apprezzato l’esito del negoziato.

commissione ue von de leyer

leggi anche: «Reddito di cittadinanza e Quota 100 non si toccano! Nessuna manovra correttiva!», le parole di Conte da Hanoi

Cosa ci si aspetta?

Conte ha anticipato di aspettarsi ora «una vicepresidenza della Commissione europea», preferibilmente con il portafoglio della «Concorrenza», e di mantenere «un posto nel board della banca centrale» dopo l’uscita di Draghi. Il premier si aspetta poi oggi il via libera della Commissione europea sui conti pubblici per il 2019. «È importante che siamo stati capaci di decidere con grande unità perché riguarda la nostra futura capacità di operare», ha commentato soddisfatta Merkel sulle nomine approvate. «Questo accordo è il frutto di un’intesa franco-tedesca profonda», ha rivendicato apertamente Macron.

Queste due candidate hanno confermato la linea tradizionale di Berlino e Parigi. Non è una novità che siano Francia e Germania alla guida della commissione europea.

Il Santo del giorno 3 luglio: San Tommaso apostolo

libia centro detenzione

Libia, bombardato centro di detenzione migranti: circa 40 morti