in

Truman Capote nasceva oggi: le frasi più belle dell’autore di “Colazione da Tiffany”

95 anni fa, il 30 settembre del 1924, nasceva a New Orleans lo scrittore Truman Capote, noto in tutto il mondo per aver scritto tra le tante opere il romanzo breve Colazione da Tiffany (1958), da cui è stato tratto l’omonimo film, diretto da Blake Edwards con Audrey Hepburn e George Peppard, e A sangue freddo (1966), resoconto dettagliato del quadruplice omicidio della famiglia Clutter, considerato il capostipite del non-fiction novel, genere che consiste nel raccontare fatti reali avvalendosi però degli schemi di finzione della narrativa. Per ricordare Truman Capote abbiamo pensato di selezionare per voi alcune delle frasi più belle contenute nei suoi libri.

Le frasi più belle di Truman Capote

  • «Venezia è come mangiare un’intera scatola di cioccolata al liquore in una sola volta».
  • «Devi molto a chiunque ti abbia mai dato fiducia!».
  • «Il fallimento è il condimento che dà al successo il suo sapore!».
  • «Si versano più lacrime sulle preghiere esaudite che su quelle inascoltate!».
  • «La vita è una commedia abbastanza buona con un terzo atto decisamente mal scritto!».
  • «Non c’è niente di nuovo nel mondo, eccetto la storia che non conosci!».

Citazioni memorabili da “Colazione da Tiffany”

  • “Mentre guardavo i colori sfumati dei capelli di Holly balenare nella luce rosso-gialla delle foglie, l’amai abbastanza da dimenticare me stesso, le mie disperazioni egoistiche e da essere contento perché stava per succedere qualcosa che lei pensava felice.”
  • “‘Non amate mai una creatura selvatica, signor Bell,’ lo ammonì Holly. ‘È stato questo lo sbaglio di Doc. Si portava sempre a casa qualche bestiola selvatica. Un falco con un’ala spezzata. E una volta un gatto con una zampa rotta. Ma non si può dare il proprio cuore a una creatura selvatica; più le si vuole bene più forte diventa.'”
  • “Io no. Non mi abituo mai a niente, io. Chi si abitua a tutto tanto vale che muoia.”
  • “Io non voglio essere padrona di niente finché non saprò di averlo trovato, il posto dove io e le cose siamo legate tra noi. Non so ancora bene dove sia questo posto. Ma so com’è. È come Tiffany”. 

leggi anche l’articolo —> Audrey Hepburn e la love story con William Holden nata sul set di “Sabrina”

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Giulia De Lellis Instagram, confessione che preoccupa i fan: «Ho fatto delle analisi»

costantino vitagliano

Costantino Vitagliano età, peso, vita privata e carriera