in ,

Tubercolosi a Milano: è emergenza

Dopo essersi sentiti male, due studenti della facoltà di Scienze Politiche dell’Università Statale si sono recati in ospedale, dove hanno scoperto di essere ammalati di tubercolosi. Altri due casi in una scuola media vicino a Città Studi.

tubercolosi

Già nel 2011 erano stati accertati casi di tubercolosi.
Giorgio Besozzi, presidente di “Stop Tb Italia”e medico presso Villa Marelli spiega: “Siamo al di sopra della media nazionale, con 18,6 casi contro i 7,5 su 100mila abitanti. Il 72 per cento riguarda immigrati. Ma le epidemie in corso nelle scuole stanno a dimostrare come questa malattia non possa essere sottovalutata, ma affrontata con ogni mezzo”.

L’unica soluzione è il controllo e l’educazione. Secondo Besozzi, infatti, “sono fondamentali l’educazione sanitaria e l’informazione, e i finanziamenti ai servizi che si occupano di Tbc devono essere adeguati”.
Giorgio Ciconali, responsabile dell’igiene e prevenzione all’Asl di Milano ha affermato che “la Tbc rappresenta una nuova emergenza sanitaria e quando si verificano casi come questi, l’arma più efficace che abbiamo è quella di fare controlli a tappeto per intercettare tutti coloro che sono stati contagiati e sottoporli a cure tempestive“.

Seguici sul nostro canale Telegram

cittadinanza onoraria a Bologna

Diretta streaming: Aung San Suu Kiy cittadina onoraria di Bologna

Serie B: continua il sogno dell’Avellino, battuto il Cittadella