in

Tumore al colon: il peperoncino aiuta nella prevenzione

Uno studio condotto alla San Diego School of Medicine dell’Università della California, e pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, ha dimostrato che il peperoncino è un ottimo alleato nella prevenzione del tumore al colon. L’impegno dei ricercatori si è incentrato sulle funzioni di un particolare recettore dell’intestino chiamato “TRPV1”, che regola le variazioni di calore e acidità. Tale recettore può essere attivato dalla capsaicina, sostanza contenuta nel peperoncino, già ampiamente utilizzata in medicina come analgesico in unguenti topici, la quale, in quanto in grado di ‘bloccare’ i nervi e la recezione del dolore, potrebbe anche fungere da protettore dell’intestino.Tumore al colon prevenzione

Il trattamento, sperimentato su topi da laboratorio malati di tumore nell’apparato gastro-intestinale, ha fatto ridurre notevolmente la massa tumorale dei roditori, allungando la loro vita del 30%. I medici hanno dimostrato che il recettore del dolore “TRPV1” è espresso anche dalle cellule epiteliali intestinali, ed attivato a sua volta dal recettore EGFR, che regola il fattore di crescita dell’epidermide.

Come ha spiegato uno dei ricercatori autori dello studio, il dottor Petrus de Jong, la funzione dell’EGFR è importantissima: “Per mantenere il normale ricambio cellulare nell’intestino, è necessario un certo livello di attività dell’EGFR. Tuttavia, se l’EGFR è incontrollato, si presenta il rischio di sviluppo più massiccio del tumore.”. Sebbene nei ratti il recettore TRPV1 abbia limitato lo sviluppo del tumore, tuttavia non è stato dimostrato il contrario, e cioè che la carenza di TRPV1 sia un fattore di rischio per il cancro del colon nell’uomo. Ciò impone, quindi, ricerche più approfondite che sappiano risolvere questo limite.

ladro lascia biglietto

Scompaiono 3 mila euro, gelati e bibite, ma il ladro lascia un biglietto: “Scusatemi ero morto di fame”

Spreco alimentare, concorso fotografico per riflettere su scarti di cibo e impatto ambientale