in

Tumore al polmone sintomi: tra le cause per i non fumatori potrebbe esserci un virus

Tumore al polmone: a provocarlo nei non fumatori potrebbe essere un virus

Il tumore al polmone è una delle maggiori cause di morte sia negli uomini che nelle donne, rispettivamente al primo e al terzo posto. Le vittime, ogni anno, sono circa 34 mila e si pensa che tra le cause principali vi siano l’inquinamento e il tabacco. Secondo Harald Zur Hausen, Premio Nobel per la medicina nel 2008, è possibile che a causarlo nei non fumatori possa essere in realtà un virus. Durante la conferenza internazionale dell’International Association for Study of Lung Cancer, tenuta a Vienna, il medico ha sollevato la questione sui motivi per i quali, nel 15/20% dei casi, il tumore al polmone si sviluppa anche nei non fumatori. Secondo l’ipotesi di Hausen, la colpa potrebbe risiedere nelle infezioni virali, batteriche e fungine: queste sarebbero in grado di favorire l’insorgenza del tumore anche nei non fumatori. Alcuni virus e batteri presenti negli animali, una volta raggiunto l’uomo, potrebbero diventare cancerogeni e indurre mutazioni genetiche. Infatti, come spiega il medico: “Le infezioni virali in se stesse non sono sufficienti a determinare il tumore, servono mutazioni genetiche affinché il cancro si sviluppi“.

>TUMORE AI POLMONI: UN’APP SPIEGA I SINTOMI, LE CAUSE E COME SI CURA

Tumore al polmone: sintomi e cause

Marco Aloisio, responsabile del reparto di chirurgia all’ospedale Humanitas di Rozzano approva l’ipotesi di Hausen poiché alcuni tumori, come quello all’utero, sono provocati da virus, mentre per altri non si hanno ancora studi scientifici in merito. Si sa, però, che un’infiammazione può cronicizzarsi agendo sui geni oncosoppressori e favorendo l’insorgenza del cancro. Difatti, gli esperti sono già a conoscenza dei meccanismi con cui un’infiammazione cronica porti allo sviluppo del tumore. Nel tumore al polmone, uno dei maggiori fattori di rischio è senz’altro il fumo di tabacco: nei tabagisti le possibilità aumentano di 14 volte rispetto ai non fumatori, oltre le 20 sigarette al giorno, l’aumento è di 20 volte. Ovviamente, tra le cause si annoverano anche l’inquinamento ambientale, l’ereditarietà, l’esposizione all’amianto o al radon e l’età superiore ai 65 anni. Tra i sintomi specifici ritroviamo: fiato corto, affaticamento, perdita di appetito, dolore toracico in caso il tumore invada la pleura o una struttura all’interno del torace, tosse con probabile produzione di muco o catarro ed emottisi, ovvero tosse con tracce di sangue. Bisogna ricordare, però, che non sempre si manifesta in maniera evidente nei primi stadi e i sintomi, all’inizio, sembrano molto simili a quelli di altre malattie che interessano i polmoni.

->TUMORE AI POLMONI: ARRIVA UN NUOVO FARMACO

Tumore al polmone: quanti tipi ne esistono?

Esistono due principali tipologie di tumore, vale a dire: il carcinoma polmonare non a piccole cellule e il tumore a piccole cellule. Il primo tipo è quello più frequente e colpisce le cellule epiteliali, mentre il secondo si sviluppa dalle cellule nervose oppure da quelle che producono ormoni. Per uno specialista, questa distinzione è altamente importante in quanto le terapie da seguire per le due diverse tipologie differiscono molto l’una dall’altra. Esistono poi altri tipi molto meno comuni, come il mesotelioma: origina nella pleura, la membrana che riveste i polmoni e spesso è causato dall’esposizione all’amianto. Il tumore al polmone viene suddiviso in quattro stadi: questi dipendono dall’estensione e dalla probabilità che sia localizzato solo al polmone o si trovi anche in altri organi. Oltre il terzo stadio, solitamente, i medici non operano il paziente ma somministrano sedute di radioterapia e chemioterapia. Mentre nei primi due, il soggetto potrebbe essere operato con successo: anche in questi casi potrebbe essere necessaria la chemioterapia prima dell’intervento allo scopo di ridurre le dimensioni del tumore, o dopo, per evitare episodi di recidiva.

[dicitura-articoli-medicina]

 

 

classifica marcatori di sempre

Serie A classifica marcatori di sempre: ecco tutti i bomber della storia del campionato

La Prima alla Scala

Prima della Scala 2016, una Madama Butterfly da quasi 2 milioni di euro: tutti i numeri della grande serata del teatro meneghino