in

Tumore al seno: nuovo test potrebbe evitare la chemioterapia

Al congresso dedicato al tumore al seno, il San Antonio Breast Cancer Symposium che si tiene ogni anno in Texas, i ricercatori hanno mostrato gli ultimi dati relativi ai test genomici come l’Oncotype X, grazie al quale è possibile prevedere quale reazione aspettarsi dalle pazienti sottoposte a trattamenti di natura neoadiuvante: lo scopo di questi test è quello di ridurre la massa tumorale.

Si tratta di un test che potrebbe essere in grado di far evitare la chemioterapia alle pazienti. Nello specifico, l’Oncotype X, un test genomico sensibile agli ormoni femminili. Lo scopo della ricerca era quello di evidenziare le pazienti nelle quali la terapia ormonale è sufficiente a ridurre la massa del tumore al seno prima che venga effettuato l’intervenuto chirurgico e senza utilizzare farmaci chemioterapici. Infatti, capita spesso che prima di un intervento di rimozione, alla paziente venga somministrata una chemioterapia e una cura ormonale allo scopo di ridurre la massa del tumore.

In questo modo viene utilizzata una chirurgia conservativa, senza il bisogno di asportare completamente il seno. Secondo gli esperti, infatti, solo una parte delle pazienti trae benefici dalla chemioterapia, mentre per altre, purtroppo, risulta essere poco utile e, spesso, debilitante. In questo modo, tutto l’iter dalla cura all’operazione potrebbe diventare più rapido e fluido, evitando ulteriori rischi e rallentamenti nel recupero delle donne affette da tumore al seno.

[dicitura-articoli-medicina]

La Mafia Uccide Solo D’Estate La Serie: ci sarà la seconda stagione? Ecco le ultimissime

news attentato berlino

Berlino attacco terroristico: indirizzi, contatti e siti utili per viaggiare sicuri