in

Tumori, ricerca shock dall’America: “Due su tre sono dovuti alla sfortuna”

Sulla base di una ricerca condotta da due studiosi, Cristian Tomasetti e Bert Vogelstein, dell’università Johns Hopkins di Baltimora, due terzi dei tumori dipendono da mutazioni legate al caso e non agli stili di vita sbagliati. La ricerca shock è stata pubblicata su Science. Lo studio condotto su 31 tumori ha evidenziato che quelli legati allo stile di vita o a difetti genetici erano solo 9, mentre i rimanenti 22 erano solo frutto di sventura, per il fatto che le cellule dividendosi per vivere incrementano la probabilità di sviluppare neoplasie, ad esempio le cellule del colon si dividono molto di più e ciò avrebbe reso molto diffuso il cancro a questa parte dell’intestino.

Tra i tumori frutto di questa “sfortuna” lo studio individua quelli che si sviluppano principalmente al: cervello, testa-collo, tiroide, polmone, fegato, pancreas e testicolo. Mentre il fumo, l’esposizione ai raggi solari, le radiazioni, un alto consumo di carne e alcuni fattori genetici possono avere un effetto dirompente. Lo studio probabilmente desterà parecchie discussioni sia nella comunità scientifica che fuori. Già alcuni studiosi francesi hanno criticato il fatto che non siano stati presi in considerazione le due neoplasie più diffuse: al seno ed alla prostata.

Vogelstein e Tomasetti hanno studiato le cellule staminali che per la loro longevità differenziano i tessuti e questa mutazione può dare conseguenze più gravi. Da queste mutazioni casuali che si possono verificare nel processo di divisione, attraverso un sistema matematico è venuto fuori che con l’aumentare del numero di divisioni cresce il rischio di sviluppare un tumore. I due studiosi americani hanno così concluso, in una dichiarazione al Guardian: “Tutti i tumori sono causati da una combinazione di sfortuna, ambiente e genetica, noi abbiamo creato un modello che può aiutare a quantificare l’incidenza di questi tre fattori nello sviluppo del cancro. Questo studio dimostra che molte forme di cancro sono dovute in gran parte alla sfortuna di subire una mutazione in un gene che causa il cancro indipendentemente da fattori di stile di vita e di ereditarietà. Il modo migliore per sradicare questi tumori sarà attraverso la diagnosi precoce”.

Norman Atlantic recuperata scatola nera

Norman Atlantic: recuperata la scatola nera, forse altri corpi ancora a bordo

Mercantile Ezadeen sbarcato a Cosenza

Calabria, sbarcato nella notte il mercantile Ezadeen: a bordo circa 450 profughi siriani