in ,

Turchia, attentato ad Ankara: il video dell’esplosione e la rabbia di un uomo:” La nato ci ha abbandonati”

Ankara è sotto shock. A più di dieci ore dall’attentato che ha sconvolto la Turchia non è ancora chiaro chi sia il mandato del brutale attacco. Da ogni parte della penisola anatolica arrivano parole di condanna. Il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha condannato quello che ha subito definito come “un attentato terroristico”.

La prima esplosione è avvenuta verso le dieci di questa mattina, la seconda a meno di  30 – 40 secondi dalla precedente. Negli ultimi minuti è arrivata la conferma che si tratti di due attacchi kamikaze.  Troppe ombre, però, continuano ad esistere sul vero responsabile della strage. I due ordigni sono infatti esplosi durante una manifestazione pacifica, a favore della fine degli scontri tra il governo turco e le fazioni curde; presenti, alla marcia, anche alcuni esponenti del Hdp, il partito filo curdo, che stavano distribuendo fogli di propaganda per raccogliere voti in vista delle elezioni del primo novembre.

Un uomo sulla sessantina ci ha raccontato la sua rabbia a seguito dell’attentato:” É da 40 anni che vivo ad Ankara, e in tutto questo tempo non ho mai assistito ad un attacco simile.” ed ancora aggiunge:” La Turchia è stata lasciata sola dalla Nato, con la Russia a sorvolare i nostri cieli”, continua” Questa situazione è colpa degli Stati Uniti e di Obama che non hanno fatto niente per fermare la guerra in Siria, ora il clima in Turchia è critico, c’è troppa instabilità.”

Renzi Referendum 4 dicembre 2016

Che tempo che fa anticipazioni 11 ottobre: ospiti Matteo Renzi, Michele Serra e Leonardo Boff

ricette con la zucca

Ricette con la zucca: i piatti della tradizione