in ,

Turchia, attentato terroristico Istanbul: 29 morti e 166 feriti, fermati 10 sospetti

Un’autobomba è esposa nella serata di ieri nei pressi dello stadio del Besiktas ad Istanbul, poco dopo la fine della partita di campionato tra i padroni di casa e il Bursapor; inizialmente si era parlato di 13 morti, tutti tra le forze di polizia ma nella notte il bilancio è aumentato a 29 morti e 166 feriti. Un nuovo attentato terroristico sconvolge dunque la Turchia, a cinque mesi dagli ultimi violenti episodi che avevano colpito il paese.

Le autorità anti terrorismo avrebbero subito avviato le indagini per trovare i colpevoli e nella notte sarebbero stati fermati 10 sospetti; al momento non si hanno certezze su chi possa aver compiuto questo attacco terroristico anche se le ipotesi in ballo parlano dell’Isis oppure del Tak, estremisti curdi che si sono separati dal Pkk nel 2004. L’episodio si è verificato nello stesso giorno in cui sono iniziati i lavori di riforma costituzionale che dovrebbero trasformare la Turchia in una Repubblica Presidenziale.

Il governo di Ankara ha imposto il silenzio stampa. Negli istanti in cui l’autobomba colpiva la Vodafone Arena di Istanbul, un altro kamikaze si sarebbe fatto esplodere nei pressi del Macka Park.

Attentato Mogadiscio Somalia

Somalia, attentato terroristico a Mogadiscio: 12 morti e decine di feriti

Nuovo Governo Mattarella Gentiloni

Nuovo Governo, Mattarella convoca Gentiloni: possibile nuovo Premier