in ,

Turchia, Erdogan fa scarcerare 38mila detenuti per far posto ai presunti golpisti: “Servono celle”

Una notizia incredibile arriva dalla Turchia, dove da settimane sono in corso le ‘purghe’ inflitte dal presidente Recep Tayyip Erdogan a chi avrebbe macchinato (sarebbero oltre 35mila le persone fermate, ritenute vicine al nemico numero uno di Erdogan, l’imam Fetullah Gulen sospettato di avere organizzato il colpo di Stato) il golpe (fallito) per deporlo. Il regime turco ha infatti deciso di scarcerare 38mila detenuti per reati comuni per far posto ad oltre 35mila presunti golpisti.

Il ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, ha parlato di “rilascio monitorato” dei detenuti, cui si farà ricorso alla luce della particolare situazione che vige da un mese a questa parte in Turchia, dopo l’ondata di arresti seguita al fallito golpe del 15 luglio scorso, che ha visto finire dietro le sbarre 2mila ufficiali di Polizia e centinaia di esponenti dell’Esercito, rimossi dall’incarico perché accusati di avere organizzato il colpo di Stato.

Scarcerazione anticipata per migliaia di detenuti che non siano implicati in reati connessi al golpe di cui sopra e/o atti di terrorismo, omicidio o comunque lesivi dello Stato. Una libertà vigilata voluta dal decreto governativo in base alla riforma introdotta dal governo di Ankara nel sistema giudiziario, che tuttavia a detta del Ministro non va inteso come un’amnistia: “Dalla detenzione in una struttura carceraria passeranno a un regime di libertà condizionata. La decisione arriva mentre le purghe lanciate dopo il tentativo di putsch portano quotidianamente nuovi sospettati in prigione, già circa 10mila”.

Tra le misure restrittive volute da Erdogan c’è anche quella adottata nei confronti di 17 giornalisti (tra loro secondo le indiscrezioni vi sarebbe anche il vignettista spagnolo, Dogan Güzel, trasferitosi da anni in Europa a causa delle pressioni subite in Turchia) fermati dalla polizia nell’ambito di una retata contro il quotidiano noto per le sue posizioni filocurde, Ozgur Gundem, chiuso oggi in via “temporanea” per ordine di un tribunale.

Amber Heard divorzio milionario da johnny depp

Johnny Depp e Amber Heard divorzio: accordo raggiunto per 7 milioni di dollari

Napoli

Ultime notizie Napoli calcio: il caso Higuain cambia la gestione delle clausole rescissorie