in ,

Tutto può succedere anticipazioni: il cambiamento di Pietro Sermonti

Da Un Medico in Famiglia a Tutto può succedere, passando per Boris, ecco il cambiamento di Pietro Sermonti. Ecco cosa ha raccontato l’attore, protagonista nella nuova fiction di Rai 1, al settimanale Intimità parlando della sua nuova esperienza sul set. Tutto può succedere è arrivato, pare, al momento giusto. Sermonti ha raccontato di aver ricevuto parti tutte uguali e di aver avuto “voglia di cambiare, di suonare corde più profonde, quasi wagneriane, sicuramente amletiche. È Stato allora che mi si è palesato Lucio Pellagrini (regista della fiction) e mi ha detto “Alessandro Ferraro sei tu”. Ed è vero”.

Insomma nessuno avrebbe potuto interpretare meglio Alessandro Ferraro se non Pietro Sermonti. Sembra quasi che il personaggio gli sia stato cucito addosso. Sermonti ha anche aggiunto che Peter Krause, che interpreta il personaggio di Sermonti nella serie americana dalla quale Tutto può succedere prende i natali: “è un attore che a me piace tantissimo anche perché è stato il protagonista della serie che io amo di più nella storia della televisione mondiale, Six Feet Under. Ma a unire Alessandro e me ci sono anche motivazioni più profonde legate alla storia della mia famiglia”.

Lontani i tempi in cui Pietro Sermonti interpretava Guido in un Medico in Famiglia e faceva innamorare le telespettatrici e Maria, la primogenita del Dottor Lele Martini. Attraverso Alessandro Ferraro l’attore ha modo di portare in scena anche parte della sua vita e di far conoscere, anche se indirettamente, qualcosa di sé. La vicinanza al personaggio, infatti, è più profonda di quanto si possa pensare. Nella stessa intervista Sermonti ha spiegato, infatti, che: “ho visto il dolore dei miei genitori di fronte alla malattia di mia sorella, maggiore di me di un anno, che è mancata quando di anni ne aveva appena cinque. La patologia era diversa, lo strazio identico”.

Romano Cagnoni, un fotoreporter italiano all’estero

Serie B 2015 – 2016 22^ giornata: pronostici e consigli per le scommesse