in

Twitter: ricercatori americani creano la mappa dell’odio

Tramite il progetto denominato Geography of Hate, i ricercatori della Humboldt State University, hanno analizzato milioni di tweet in base alla provenienza e al contenuto degli utenti americani in un arco di tempo di circa 10 mesi. I ricercatori americani hanno ideato un algoritmo particolare, trovando le parole razziste più diffuse nei social network americani, individuando anche le zone territoriali in cui queste vengono utilizzate.

hate

Infatti, i tweet identificati come razzisti o espressione di odio sono stati posizionati su una mappa interattiva, la “Hate Map”, in base alle coordinate di provenienza dei tweet. In base alla mappa, ad esempio, in alcune zone della Georgia il razzismo è manifestato maggiormente nei confronti dei disabili, in Ohio o Virginia vi sono diffusi fenomeni di omofobia e, infine, nella zona orientale degli Stati Uniti è ancora sedimentato il tipico razzismo da colore. Ovviamente, in base alla mappa è impossibile risalire ai singoli cittadini che hanno creato i tweet più razzisti, ma questo “livello di odio” viene rilevato solo in base alle diverse contee degli States.

Le zone blu contrassegnano “some hate”, mentre quelle rosse sono quelle in cui il livello di odio è altissimo, e, naturalmente, tra una fascia e l’altra vi sono le diverse sfumature tra il rosso e il blu che corrispondono a livelli più o meno medio alti/bassi di razzismo.Questo tipo di progetto non è l’unico nel suo genere, eppure sarebbe interessante riproporlo anche in Europa o, perchè no, in Stati anche più piccoli, come Italia, Francia o Germania. In realtà ciò che emerge dalla mappa è che, come sempre, i soggetti più colpiti sono proprio quelli più deboli, come disabili o donne. Ciò che, invece, si può imparare dalla “Hate Map” o da altre mappe del genere è che spesso il livello di sviluppo di una determinata zona non corrisponde ad un eguale sviluppo di civiltà.

 

salento vacanze 2014

Incidente a Zambra, Cascina (Pisa): gravi 4 ragazzi investiti da un Suv

Le foto dei Green Day in concerto a Milano, 24 maggio 2013