in ,

U2 contro Donald Trump, Bono campiona la voce del candidato Repubblicano

Avanti il prossimo. Donald Trump fa la conta del partito “a suo favore” e può annoverare ben pochi nomi. Dall’altra parte, in questa pazza corsa alle Presidenziali Usa, la Clinton può contare sull’appoggio della stra-grande maggioranza degli uomini di spettacolo. Gli ultimi, in ordine cronologico, a sottolineare la loro posizione anti-Donald Trump sono stati gli U2 che sul palco della iHeartRadio Festival, evento andato in scena a Las Vegas giorno 23 settembre, hanno deciso di campionare la voce del candidato repubblicano.

>>> TUTTO SUL MONDO DELLA MUSICA CON URBANPOST<<<

I rocker irlandesi, infatti, hanno eseguito live il singolo del 1988, Desire, la cui traccia contiene al suo interno un ritornello che in italiano viene tradotto più o meno così: “È una promessa in periodo di elezioni. Sorella, non posso lasciarti andare, sono un predicatore che ruba cuori.” In poche ore la performance di Bono ha fatto il giro del mondo facendo sorridere il partito pro-Clinton e lasciando, apparentemente, indifferente Donald Trump.

 

 

Catturandi Rai Uno Anticipazioni quarta puntata 26 settembre 2016: c’è una talpa?

Omicidio Giulia Ballestri news quarto grado

Omicidio Ravenna, trovate lesioni sul corpo di Matteo Cagnoni: la prova della colluttazione con la moglie?