in ,

Uber Tassisti, l’azienda nei guai, una dipendente denuncia: “Abusi su di me”

Uber Tassisti: l’azienda nei guai

Uber è l’azienda contro cui i Tassisti di tutta Italia stanno manifestando nelle ultime settimane. A dir la verità il dibattito ha radici ben lontane e risalenti a circa due anni fa, ovvero da quando Uber è entrata nel mercato italiano. Intanto, però, l’azienda americana deve fare i conti con alcuni problemi ‘interni’ derivanti dalle sezioni estere.

A scuotere il mondo Uber è l’ingegnera Susan Flowler che sul suo blog ha denunciato: “Il mio manager di Uber mi scrisse che era in cerca di qualcuno che andasse a letto con lui”. Quel messaggio sul telefonino ricevuto dal capo è solo l’inizio di un incubo fatto di pressioni, demansionamenti, complicità ai vertici, dentro l’azienda.

—> COSA È UBER E COME FUNZIONA

Uber Tassisti: la denuncia di Susan

Uber viene descritta come una realtà: “Nel caos, dove tutti puntano a fare le scarpe al capo e le donne sono costrette alla fuga.” La versione di Susan, il suo racconto di una Uber ‘sessista’, è stato pubblicato da lei nero su bianco sul suo blog. Nel giro di qualche ora sta facendo il giro del mondo e suscitando gli imbarazzi dell’azienda. Il ceo Travis Kalanick, già costretto proprio dalle polemiche a lasciare lo staff di Donald Trump, ora si cosparge il capo di cenere per l’ennesimo scandalo e twitta: “Orribile“.

—> SCIOPERO TAXI: LA REAZIONE DI VIRGINIA RAGGI

Uber Tassisti: indagini in corso

Kalanick annuncia un’indagine, affidata all’avvocato Eric Holder, l’ex ministro della Giustizia di Obama,  e per uscirne Kalanick chiede aiuto a una donna, la famosa giornalista e imprenditrice Arianna Huffington, che da poco è nel board di Uber. Ma la manovra di emergenza non basta a placare la polemica.

app di uber

Uber Tassisti: azienda ‘sessista’

Il lungo racconto di Susan dipinge Uber come azienda stimolante ma in pieno caos organizzativo. “In Uber le guerre intestine sono all’ordine del giorno e si prova a far le scarpe al proprio capo”. Susan conclude il suo j’accuse con un dato che impressiona: “Mi sono guardata attorno, ho contato le mie colleghe. Quando arrivai a Uber, noi donne eravamo il 25%. Quando ho lasciato l’azienda, eravamo il 6%”.

SONIA UOMINI E DONNE LORENZINI LASCEREBBE IL TRONO

Replica Uomini e Donne Witty 21 febbraio 2017: ecco dove vedere la scelta di Sonia Lorenzini

Calciomercato Dybala Real Madrid

Dybala Rihanna, il regalo di compleanno della stella della Juventus alla cantante