in ,

Ucraina, respinte dimissioni Yatsenyuk: no elezioni anticipate

In Ucraina, il Parlamento di Kiev ha deciso di respingere le dimissioni del premier Yatsenyuk, rassegnate lo scorso 24 luglio a causa dell’uscita di due partiti dalla coalizione di governo e per via della bocciatura, da parte della Rada, delle leggi atte a finanziare l’offensiva dell’esercito contro i separatisti filo-russi.

Intanto nell’est del Paese si continua a combattere: nelle ultime 24 ore 11 militari dell’esercito governativo sono morti e 31 sono rimasti feriti. I deputati del Parlamento, dopo aver scongiurato il rischio di ‘terremoto politico’ ed elezioni anticipate, hanno inoltre approvato una tassa di guerra ovvero il prelievo coatto dell’1,5% dello stipendio dei cittadini per finanziare le operazioni belliche.

Calciomercato PSG: Cavani resta nel club parigino

mostra fotografica Rimini 2014

Instagram: il concorso #myER in mostra fotografica a Rimini dal 1° agosto 2014