in ,

Udine allarme povertà, ragazzina sviene a scuola, poi la verità: “Non mangio da due giorni”

Allarme povertà a Udine. Oggi una ragazzina che frequenta la scuola media è svenuta in classe, durante la lezione, davanti ai compagni e all’insegnante. Quando è stata portata d’urgenza al pronto soccorso la verità è venuta fuori: la giovane pare non mangiasse da due giorni.

La causa del suo mancamento un estremo stato di prostrazione psicofisica, causato delle precarie condizioni di indigenza in cui lei è la sua famiglia si troverebbero a vivere. Quando i medici e i sanitari dell’ospedale le hanno fatto qualche domanda per capire le cause del suo malore, lei avrebbe ammesso di non toccare cibo da 48 ore e di essersi fatta la doccia con l’acqua fredda.

Una triste realtà che non sarebbe un caso isolato, come conferma il preside della scuola media di Udine dove è avvenuto il fatto: “Non è la prima volta che capita: di bambini che vivono senza riscaldamento o senza un piatto caldo, o non hanno i soldi per pagare i buoni pasto della mensa ce ne sono anche a Udine, e non solo qualcuno, solo che queste situazioni non vengono quasi mai denunciate”.

Il dirigente scolastico ha inoltre rivelato che talvolta le famiglie di questi ragazzi non denunciano il proprio stato di indigenza per “pudore e vergogna”: “Noi cerchiamo il dialogo con le famiglie e vogliamo aiutarle, ove possibile, ma si tratta di realtà delicate, in cui spesso anche gli stessi genitori non si affidano ai servizi per un senso di vergogna e pudore, e ignorano le agevolazioni e i supporti sui quali possono invece contare per ricevere qualche sussidio”.

Amazon assunzioni 2017 in Italia: 600 posti di lavoro in 3 anni

Diretta Frosinone-Brescia dove vedere in tv streaming gratis

Pronostici Serie B calcio oggi, consigli scommesse 19a giornata