in ,

Udine, uomo violenta l’ex moglie e poi si toglie la vita

I fatti sarebbero accaduti giorno 3 aprile, ma solo oggi, 6 aprile, sarebbe venuta a galla la verità: un cittadino rumeno di 50 anni avrebbe violentato, dopo una furiosa lite, l’ex moglie. Quest’ultima, a causa delle ferite ed ematomi riportati, è stata ricoverata presso l’ospedale di Udine.  Quando gli investigatori sono andati a casa, hanno scoperto che l’uomo si era suicidato. Lo si apprende da fonti di polizia e carabinieri.

—> Le ultime notizie di cronaca <—

La vicenda sarebbe cominciata la sera di lunedì 3 aprile. Rientrato a casa, l’uomo ha trovato l’ex moglie al telefono. La donna, già separata e trasferitasi all’estero, era rientrata da poco tempo in Friuli per assistere una delle figlie che abita a Udine. Di comune accordo con l’ex marito, era tornata a vivere da separata in casa nell’abitazione familiare. Il marito l’ha aggredita, scaraventata sul divano e costretta a subire un rapporto sessuale.

La donna è riuscita ad allontanarsi, ma è stata inseguita e riacciuffata dall’uomo, che ha preteso di farsi consegnare il telefono. Mentre lui era impegnato a controllarne il contenuto, la signora è riuscita nuovamente a divincolarsi per trovare rifugio in un vicino ristorante. I gestori dell’esercizio, che avevano sentito le urla provenire dalla casa, avevano già chiamato i carabinieri.

Isola dei Famosi 2017, Eva Grimaldi contro il “maschilismo” di Raz Degan

Ligabue operazione corde vocali: oggi intervento a Lione, ecco come è andata [VIDEO]