in

Ue, chiusura della procedura di deficit italiano, Letta punta alla crescita

Dalla Commissione europea arrivano buone notizie per l’Italia. La decisione della Commissione è stata quella di far uscire l’Italia dalla procedura di deficit eccessivo, anche se ha posto al paese alcune condizioni.

In questo modo verrà applicato un meccanismo che consentirà di sbloccare i cofinanziamenti nazionali da affiancare ai fondi strutturali europei, nello specifico per le infrastrutture. Oltre a questo la manovra avrà anche conseguenze politiche, ossia uscire dalla serie B e chiedere misure più incisive per la crescita e l’occupazione giovanile.

Cassa integrazione in deroga rifinanziamento

Le parole del premier Enrico Letta sono speranzose, ma non nascondono le difficoltà economiche del paese. Sembra che per adesso l’unico effetto davvero positivo della promozione di Bruxelles è la possibilità di affiancare ai fondi europei il cofinanziamento nazionale, questo agevolerebbe maggiormente le infrastrutture. Nel prossimo consiglio europeo che si terrà a fine giugno, Letta chiederà “iniziative forti sull’occupazione giovanile”.

Tra gli interventi più significativi il primo sarà rappresentato dagli sgravi sulle assunzioni a tempo indeterminato, questo comporterebbe un maggiore rilancio dell’occupazione, ma per adesso non è ancora stato raggiunto nessun accordo specifico tra i leader europei.

L’Italia esce dal macigno del debito pubblico che sfiora il 130% del Pil, oltre a questo si è aggiunta la pesante recessione e il contributo dato al fondo Salvastati, utilizzato per Grecia, Portogallo e Irlanda. Dal palazzo del governo fano sapere che nonostante la volontà, sia del paese che da parte degli stati membri sia molto forte, gli effetti positivi si vedranno solo nel 2014.

Per ora si punta tutto sulle opere pubbliche, in particolare al settore delle costruzioni. Mentre per vedere ridurre le tasse, come bonus ristrutturazioni, sgravi fiscali, Imu e Iva, bisognerà trovare le coperture attraverso i tagli alla spesa corrente.

Written by Vincenzo Iozzino

Classe 82, giornalista e pubblicista dal 2005, ha collaborato con diverse importanti redazioni, tutt'ora porta avanti un progetto personale editoriale creato ed aministrato da lui. E' attratto principalmente dalla scrittura creativa, le cui conoscenze sono state approfondite pesso la facoltà di Cultura ed amm. dei Beni Culturali di Napoli, dove si è formato. Campano, vive a Gragnano, territorio montuoso che lui definisce "braccia dell'angelo", una vera vocazione che lo ha spinto ad appassionarsi al Running ed al Trekking, e nel 2012 diventa istruttore di Atletica leggera. Vive con una meravigliosa moglie e due splendidi bambini.

classifica fimi

Amici 2013 anticipazioni: Moreno ritorna all’esibizione di freestyle e vola in finale

Beautiful anticipazioni martedì 28 maggio: indagini in corso su Marcus, Dayzee all’oscuro di tutto