in

Ultime news calcio: risolto il mistero di Obodo, era ad Udine con due squillo

Il mistero di Christian Obodo, centrocampista nigeriano che ha militato per diversi anni tra Lecce, Udinese e Perugia si è risolto nella scorsa notte. Infatti il calciatore è stato scoperto da una pattuglia della polizia di Udine mentre si trovava a bordo dell’auto di un connazionale, insieme con due squillo rumene. Il tutto è accaduto mentre a Minsk, dove Obodo gioca, la società lo dava per disperso essendosi lui reso irreperibile ed in molti temevano per un secondo rapimento del giocatore dopo quello dell’anno scorso.

Obodo Udinese

L’auto su cui Obodo viaggiava, ha insospettito gli agenti che hanno notato strani atteggiamenti da parte del conducente dell’auto, quest’ultimo ha ammesso agli agenti di non avere né patente né documenti. Inoltre, addosso gli agenti gli hanno trovato 12 grammi di marijuana già divisi in dosi per lo spaccio.

Nel corso di una perquisizione in casa gli agenti hanno trovato altri 40 grammi di sostanza. L’uomo è stato arrestato mentre il centrocampista nigeriano della Dinamo Minsk è stato considerato estraneo alla vicenda. Tuttavia la società bielorussa è intenzionata a multare il giocatore per essere scappato senza aver dato alcuno avviso alla dirigenza ed essersi reso irreperibile al cellulare.

Calciomercato Milan: El Shaarawy nel mirino del Chelsea?

alessia marcuzzi e francesco facchinetti

Alessia Marcuzzi e l’imperdonabile gaffe su Mengoni: “C’è di meglio”