in

Ultimi sondaggi elettorali, Istituto Piepoli: percentuali dei partiti se si votasse oggi

Gli ultimi sondaggi elettorali pubblicati confermano lo scenario d’incertezza politica in caso di un nuovo ricorso alle elezioni. Il sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli e reso noto nella serata del 2 maggio da SkyTg24 oltre che sul sito Sondaggipoliticoelettorali.it conferma la divisione dell’elettorato in tre blocchi sostanzialmente stabili nei consensi. Si tratta di due blocchi più grandi costituiti dal Centrodestra e dal M5S ed uno attualmente ridimensionato, quello del Partito Democratico.

Ultimi sondaggi elettorali, Istituto Piepoli: percentuali dei partiti se si votasse oggi

Le percentuali dei partiti se si votasse oggi

Ma vediamo le percentuali dei partiti se si votasse oggi. Secondo il sondaggio dell’Istituto Piepoli il Centrodestra resterebbe saldamente primo, accrescendo i suoi consensi di un punto percentuale rispetto all’analoga rilevazione di un mese fa. La coalizione, oggi guidata da Matteo Salvini, avrebbe il 39% dei consensi, con le percentuali dei partiti così suddivise: Lega 21%, Forza Italia 13%, Fratelli d’Italia 4%, Noi con l’Italia 1%. Rispetto alla precedente sondaggio dell’Istituto Piepoli nel Centrodestra a crescere è soprattutto la Lega, risultato già fotografato da altre rilevazioni: il partito di Matteo Salvini guadagna un punto e mezzo percentuale. A crescere è anche Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni: l’ala destra della coalizione secondo Piepoli torna al 4% nelle intenzioni di voto degli italiani. A flettere nel Centrodestra è invece Forza Italia: la formazione guidata da Silvio Berlusconi cede un punto rispetto al sondaggio di un mese fa e oggi fa segnare un 13% nelle intenzioni di voto. Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle il sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli per SkyTg24 vede una flessione di un punto percentuale, dal 34 al 33%: risultato che è comunque superiore a quello ottenuto dal M5S alle politiche del 4 marzo 2018 ma segno che si è invertita la tendenza e che lo “stellone” del movimento guidato da Luigi Di Maio si è un po’ appannato in questi due mesi di trattative per la formazione del governo. Tendenza negativa che, almeno secondo l’Istituto Piepoli, si sarebbe invertita per il Partito Democratico, dato in risalita dal 17,5 al 18% in questo sondaggio, comunque sempre sotto il risultato delle politiche del 4 marzo. Infine, controtendenza anche per Liberi e Uguali, in risalita dal 2 al 2,5%.

Ultimi sondaggi elettorali, Istituto Piepoli: percentuali dei partiti se si votasse oggi

Ultimi sondaggi elettorali: scenari di governo e tendenze

L’evoluzione delle trattative per la formazione del nuovo governo, come abbiamo visto, inciderà ancora sulle intenzioni di voto degli italiani ma nel caso di un voto in autunno non potrà spostare di molto i consensi per le varie forze politiche. Lo dicono tutti gli analisti che sono concordi nel fotografare uno scenario politico bloccato o con pochi movimenti e quindi l’assenza di una maggioranza parlamentare anche in un eventuale futuro nuovo Parlamento eletto entro la fine del 2018. A meno di cambiamenti rilevanti: come potrebbe essere l’approvazione di una nuova legge elettorale che però, al momento, nessuno sembra volere.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Matrimonio Harry e Meghan invitati: 1200 persone comuni, ma il pranzo è “a sacco”

Uomini e Donne anticipazioni trono over: cosa succederà tra Ida e Riccardo?