in

Ultimi sondaggi elettorali: percentuali dei partiti al 29 luglio 2019

Tra gli ultimi sondaggi elettorali disponibili il più significativo è senza dubbio quello realizzato da Tecnè per conto dell’Agenzia Dire e reso pubblico lo scorso venerdì. Se si votasse oggi, 29 luglio 2019, per le elezioni politiche, ancora una volta a sbancare sarebbe la Lega. Ma se la percentuale del partito guidato da Matteo Salvini si avvicina sempre più alla fatidica soglia del 40%, quest’ultimo sondaggio offre altri spunti interessanti, primo fra tutti il ritorno alla crescita del Movimento 5 Stelle. Ma vediamo in dettaglio i risultati di questo sondaggio elettorale e gli scenari politici che ci attendono nel breve termine.

ultimi sondaggi elettorali

Percentuali dei partiti al 29 luglio 2019

Secondo Tecnè se si votasse oggi per le elezioni politiche i partiti otterrebbero queste percentuali: Lega 38,1%, Partito Democratico 22,7%, Movimento 5 Stelle 17,5%, Forza Italia 7,8%, Fratelli d’Italia 6,3%, +Europa 2,5%, Europa Verde 2,1%, La Sinistra 1,4%, altri partiti 1,6%. Per quanto riguarda la percentuale di astenuti o incerti Tecnè la fissa al 43,7%.

Scenari politici

Le tensioni nella maggioranza sembra non avere fine. Dal Russiagate al no alla Tav del Movimento 5 Stelle, le occasioni di scontro tra Lega e M5S si moltiplicano. Inoltre, l’inedito attivismo del premier Giuseppe Conte, in ascesa nelle preferenze dell’elettorato, sta aggiungendo ulteriori tensioni. In ogni caso, difficilmente cambierà qualcosa nel breve termine. Il governo Conte, che ha già superato senza danni il rimpasto “a favore” dell’elemento più forte dell’alleanza, nonostante i litigi cercherà di tirare a campare per superare il difficile scoglio di settembre, la legge di stabilità. Nel frattempo gli altri nodi critici dell’alleanza verranno tutti al pettine, ma l’impressione è che il Movimento 5 Stelle, in faticosa risalita dal declino di consensi che sta vivendo da oltre un anno, sia disposto ad ulteriori concessioni  all’alleato pur di non cedere ad una crisi di governo che in questo momento ne decreterebbe la sparizione. >> Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Aurora Ramazzotti e il fidanzato: il video su Instagram è “bollente”

Vinicio Marchioni spiazza i fan: «Ringrazierò tutta la vita mia moglie! È merito suo se…»