in

Ultimi sondaggi elettorali, Swg: percentuali dei partiti al 18 dicembre 2018

Tra gli ultimi sondaggi elettorali ancora una volta desta particolare attenzione quello realizzato da Swg. Secondo l’istituto di sondaggi triestino, infatti, l’area di governo non cede il terreno, anzi. La Lega di Matteo Salvini si rafforza ancora e dopo settimane di difficoltà arriva un piccolo segnale positivo anche per il Movimento 5 Stelle. Brutte notizie invece per i partiti di opposizione, tutti in calo di consensi. Tra gli ultimi sondaggi elettorali, insomma, questa rilevazione conferma il buon momento della maggioranza di governo, alle prese con l’approvazione definitiva dalla manovra 2019 ma non per questo in calo di consensi, almeno secondo Swg.

ultimi sondaggi elettorali 18 dicembre 2018

Percentuali dei partiti al 18 dicembre 2018

Ecco le percentuali dei partiti se si votasse oggi, 18 dicembre 2018, rilevate dal sondaggio Swg per La7. In testa con la più alta percentuale di intenzioni di voto c’è dunque la Lega di Matteo Salvini, con il 33% dei consensi. Si tratta di un dato superiore di ben un punto percentuale rispetto alla precedente stima, risalente a sette giorni fa. Al secondo posto ma indietro di oltre sei punti c’è il Movimento 5 Stelle con il 26,5%, in recupero tre decimali di punto. Quindi troviamo il Partito Democratico al 16,8%, in calo di sette decimi di punto, e Forza Italia all’8%, anch’essa in flessione di sette decimali. Infine Fratelli d’Italia se si votasse oggi 18 dicembre 2018, otterrebbe il 4% dei consensi.

Ultimi sondaggi elettorali: gli scenari prima e dopo le Europee 2019

Matteo Salvini deciderà di allearsi con il Centrodestra o correrà da solo per poi rafforzare ulteriormente la sua leadership dopo aver fatto il pieno di voti alle europee? Il secondo scenario è quello più probabile. La Lega potrebbe addirittura superare quel 31-32% che tutti i sondaggi, incluso quello di cui parliamo in questo articolo, le assegnano. Vinte in modo netto le Europee Salvini potrebbe decidere di lasciare al suo destino il governo Conte e il M5S, per costringere il Quirinale a decidere per le elezioni anticipate. Uno scenario non improbabile, anzi, molto realistico per molti retroscenisti. Ma su tutto questo aleggia lo spettro della speculazione, che con i dati negativi sulla crescita e un’eventuale non correzione della manovra potrebbe riprendere a galoppare. In questo caso potrebbe tornare d’attualità un governo di responsabilità nazionale, con tutte le forze politiche. Esecutivo che qualcuno vedrebbe bene guidato dal Presidente della Camera Roberto Fico, ma si tratta dell’ipotesi meno gradita proprio all’uomo forte del momento, Matteo Salvini.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

omicidio noemi durini news

Noemi Durini, i genitori di Lucio Marzo restano indagati: disposte nuove indagini sui coniugi

Maria De Filippi Giortì: aperti i casting del nuovo programma, le prime anticipazioni