in

Ultimi sondaggi elettorali, Tecné: Lega e M5S, arriva l’inversione di tendenza

Dopo settimane di crescita inarrestabile arriva l’inversione di tendenza. Tra gli ultimi sondaggi elettorali pubblicati in questi giorni sorprende quello realizzato da Tecné, pubblicato sul web oltre che sul quotidiano Il Giornale. La Lega di Matteo Salvini non cresce più, anzi, inizia a calare nelle intenzioni di voto dopo mesi di continua crescita dei consensi. E anche il Movimento 5 Stelle perde qualche punto nelle intenzioni di voto. Insomma, la fase del “primo innamoramento” per il Governo è già in fase di declino e si avvia alla sua conclusione. Ad avvantaggiarsene però non sono i partiti attualmente all’opposizione. Ecco tutte le percentuali dei partiti se si votasse oggi.

Ultimi sondaggi elettorali, Tecné: Lega e M5S, arriva l'inversione di tendenza

Percentuali dei partiti se si votasse oggi

Ecco le percentuali dei partiti se si votasse oggi. Al primo posto, nonostante il primo calo dal mese di marzo, ancora la Lega di Matteo Salvini, con il 31,1%. Distaccato di poco più di un punto e mezzo il Movimento 5 Stelle, con il 28,5%. Poi un salto di oltre undici punti per trovare la terza forza, il Partito Democratico, al 17%. Quindi c’è Forza Italia all’11,1%, poi Fratelli d’Italia al 3,5%, quindi Liberi e Uguali al 2,4% e gli altri partiti, accreditati del 6,4%.

Ultimi sondaggi elettorali Tecné: tendenze e scenari

La tendenza alla crescita della Lega di Matteo Salvini, secondo questo ultimo sondaggio realizzato da Tecné, si è momentaneamente fermata. Dall’ultima rilevazione, risalente al 23 settembre scorso, il partito del Ministro dell’interno perde oltre l’1% dei consensi: un calo consistente e inedito negli ultimi sette mesi. Il Movimento 5 Stelle cede sette decimali di punto, ancora in calo rispetto al mese scorso e rispetto al risultato delle elezioni politiche del 4 marzo scorso quando alla Camera ottenne il 32,6%. Ma se pensate che questi voti persi dai due partiti di governo siano andati ai due principali dell’opposizione, vi sbagliate. Il Partito Democratico, secondo Tecné, negli ultimi venti giorni guadagna un misero decimale di punto, mentre Forza Italia ne guadagna due. Non sono certo i due punti persi da Lega e M5S assieme, che secondo questa rilevazione vanno ad ingrassare più che altro il partito degli scontenti e del non voto, oltre alla forze politiche minori. Segnali positivi arrivano anche da Fratelli d’Italia e da LeU: anche in questo caso si tratta di risultati sorprendenti, tutte le altre rilevazioni non concordano infatti sul punto.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

 

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Neonati morti in soppalco agenzia funebre: scoperta sconvolgente a Detroit

“Uomini e donne” in lutto: Rocco Di Perna, uno dei cavalieri del trono over si è tolto la vita