in

Ultimi sondaggi elettorali, Tecnè: percentuali dei partiti se si votasse oggi

Tra gli ultimi sondaggi elettorali quello realizzato da Tecnè nei primi giorni di dicembre offre ancora una volta un quadro piuttosto chiaro di come si sta muovendo lo scenario politico. Continua la corsa della Lega di Matteo Salvini, mentre l’alleato di governo, il Movimento 5 Stelle, è in difficoltà. Così come resta in difficoltà l’opposizione, le cui intenzioni di voto restano inchiodate ai numeri del mese precedente, non certo incoraggianti. Ma vediamo in dettaglio le percentuali dei partiti se si votasse oggi, venerdì 7 dicembre 2018.

matteo salvini sondaggi elettorali lega

Percentuali dei partiti se si votasse oggi

Se si votasse oggi, come detto, a vincere le elezioni politiche sarebbe la Lega di Matteo Salvini. Il partito del vicepremier e ministro dell’Interno secondo Tecnè otterebbe il 32% dei consensi, circa due punti percentuali in più rispetto ad un mese fa. E staccherebbe di quasi sette punti l’alleato di governo, il Movimento 5 Stelle, che oggi avrebbe il 25,5%, circa due punti in meno rispetto ad ottobre. Sostanzialmente stabili invece i due partiti principali dell’opposizione, il Partito Democratico al 17,7% e Forza Italia all’11%. Piccoli segnali di crescita infine per Fratelli d’Italia, al 4,3%.

Gli scenari politici nel medio termine

Silvio Berlusconi ha invitato da tempo Matteo Salvini a far cadere il governo Conte, mollando lo scomodo alleato, il Movimento 5 Stelle. “Fai cadere il governo al più presto. Basta inseguire le follie grilline. Il centrodestra è maggioranza nel Paese e può esserlo anche alle Camere. Troveremo i volenterosi pronti a sostenerti”, avrebbe detto il Cavaliere a Salvini. Invito che per il momento è stato rispedito al mittente. Il vicepremier e ministro dell’Interno continua a ribadire di voler rispettare il contratto di governo e che l’esecutivo “durerà 5 anni”. In realtà i retroscenisti più attenti sostengono che Salvini aspetti di fare il pieno di voti alle Europee per poi dare il colpo di grazia al Movimento 5 Stelle e pensare ad una nuova prospettiva di Centrodestra, con Forza Italia relegata ai margini. Piano che non va certo giù al Cavaliere: per questo motivo Berlusconi è pronto ad un passo indietro ad alla svolta azzurra, con la discesa in campo di Mara Carfagna.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Cosa mettere nei cesti natalizi?

Giorgio Manetti news: l’annuncio che farà felici le sue ammiratrici