in

Ultras: si studia la figura intermedia tra società e tifosi

Il problema ultras è tornato agli onori (o meglio, disonori) della cronaca nelle ultime settimane. Eppure, questa volta, sembra che oltre alle parole e alle soluzioni semplicistiche, si stia pensando davvero a come arginare il problema. Si tratta di creare una figura che graviti a metà strada tra le curve e le società. Per dirla in politichese: un funzionario per le relazioni coi tifosi.

stadio tifosi

A dire il vero, quella qui proposta non è una soluzione originale e nemmeno italica. E’ infatti stata redatta qualche anno fa nero su bianco nel Regolamento sulle Licenze per Club e il Fair Play Finanziario”. L’articolo 35 parla chiaro: tutte società calcistiche della UEFA devono avere una figura che faccia da collante tra i tifosi e la società stessa, il cosiddetto Supporte Liaison Officer. Più precisamente, il comma 2 dell’articolo, specifica che “il funzionario deve partecipare agli incontri con la dirigenza e collaborare con i funzionari di sicurezza“.

Ricapitolando, questa figura dovrebbe già esserci nel calcio italiano e invece nel nostro paese non è stata recepita la direttiva UEFA. O, per lo meno, se qualche club l’ha istituita è stata tenuta nel sottobosco della squadra. In ogni caso… potrebbe essere davvero la soluzione giusta per mitigare gli ultras?

Seguici sul nostro canale Telegram

Come vivere sereni in ufficio difendendosi dai colleghi

Cannes 2014, Blake Lively alla prima di Mr. Turner buca gli obiettivi