in

Un Posto al Sole anticipazioni 5-6 febbraio 2015: Monica inganna Giulia

Cosa accadrà nelle prossime puntate di Un Posto al Sole in onda giovedì 5 e venerdì 6 febbraio 2015 alle 20:35 circa su Rai 3? Monica ingannerà Giulia? Cosa succederà fra le due donne? L’ex signora Poggi, infatti, dopo aver mandato l’amica, nonché quasi consuocera, a conoscere di persona Rodolfo, l’uomo misterioso con stava chattando su internet, si ritroverà con un racconto, da parte di quest’ultima, che non le lascerà alcun dubbio e che la porterà ad interrompere la frequentazione. Sarà veramente così? Monica avrà detto la verità a Giulia o il fascino di Rodolfo avrà fatto colpo su di lei innescando una guerra per la conquista del suo cuore?

Nel frattempo Sandro, sempre più innamorato di Rossella, consapevole della crisi coniugale dei genitori di lei, tenterà di aiutare l’amata andando a parlare con il padre della ragazza. Cosa dirà Sandro a Michele (Alberto Rossi)? Riuscirà a farlo ragionare e invertire la rotta? Riuscirà Sandro a far capire a Silvia e a Michele che potrebbero risolvere i loro problemi e ad ottenere la loro fiducia e la loro benedizione per la sua storia d’amore con Rossella?

Tommaso (Michele Cesari), infine, dopo essersi spaventato per l’improvviso arrivo di Marina (Nina Soldano) ai cantieri Flegrei, senza sospettare minimamente che Andrea (Davide Devenuto) sta per scoprire tutta la verità e per portare alla luce il losco piano che lui ed Elena (Valentina Pace) hanno messo in atto, tenterà, in un modo diverso da solito, di costringere la mamma di Alice a continuare a drogare Marina per non rischiare così di perdere quanto ottenuto con l’inganno e poter prendersi la finalmente sua rivincita, quella stessa rivincita che sogna da anni, sul suo vero padre, Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli).

san valentino 2015 regalo

San Valentino 2015 alle terme in Toscana: offerte low cost per un week end tra spa, relax e benessere

Loris Stival ultime news a Pomeriggio 5

Loris Stival Pomeriggio 5, avvocato smentisce dimagrimento Loris: “Errore di stampa nell’ordinanza”