in

Un weekend all’insegna del giornalismo: al via il Festival internazionale di Perugia 2014

Raccontare il mondo del giornalismo, che si sperimenta in modalità sempre nuove per sopravvivere e soprattutto evolvere: è questo l’obiettivo del grande Festival internazionale che anche quest’anno animerà tante location della città di Perugia, offrendo al pubblico una cinquantina di workshop gratuiti tenuti dai più autorevoli professionisti del settore.

Fino al 4 maggio sono in programma tante occasioni per riflettere e approfondire tematiche di attualità legate alla professione giornalistica raccontata attraverso la voce dei suoi protagonisti.

Beppe Severgnini non si Candida

Giovedì 1° maggio, dalle 14:30 alle 16, appuntamento al Centro Servizi G. Alessi con un incontro sul giornalismo e la comunicazione delle tematiche LGBT. Focus sull’EXPO 2015, al centro di due appuntamenti all’Hotel Brufani. Alla Sala del dottorato due incontri “caldi”: il primo dalle 15:30 alle 17, sulla stampa e il controllo dei poteri finanziari, il secondo, subito dopo, sulle inchieste transnazionali che indagano sulla mafia “made in Germania”. E poi ancora: media indipendenti in Russia, immigrazione ed integrazione, storie di comunità africane nel mondo.

Chi è alla ricerca di finanziamenti giornalistici per le sue inchieste, potrà avere qualche suggerimento il giorno successivo nell’incontro che si terrà alle 10 al Centro Servizi Alessi. Sam Dagher e Joe Parkinson del Wall street Journal parleranno di Siria dalle 11 alle 12 alla Sala del dottorato. Il giornalista Federico Fubini e l’economista Luigi Zingales si confronteranno sul tema delle leggende e delle verità sull’Unione Europea. Di come raccontare le storie parlerà la redazione de La Stampa capeggiata dal direttore Mario Calabresi. Da segnalare anche l’intervista di Beppe Severgnini al vicepresidente Amazon, Diego Piacentini. Ancora: focus su sicurezza e privacy in rete, crowdfunding, giornalismo e corporate communication, media e potere in America Latina. Alle 21, appuntamento al Teatro Morlacchi con la presentazione del libro di Marco Travaglio.

Sabato 3 maggio 2014, nella Sala dei Notari, a partire dalle 10, Mario Calabresi dialogherà con tre fotoreporter italiani di rilievo internazionale: Riccardo Venturi, Pietro Masturzo e Davide Monteleone. Il giornalismo al tempo del web è uno dei filoni di questa giornata, su cui si confronteranno il capo di Google news, Richard Gingras e la public editor del New York Times, Margaret Sullivan (Sala dei Notari, dalle 12 alle 13:30). Nelle stessa sala alle 17, incontro con Laura Boldrini intervistata da Alessandra Sardoni, mentre alle 18 Paolo Mieli parlerà di giornalismo e politica. Alle 21 al Teatro Morlacchi appuntamento con la conferenza “La fine del libro non è la fine del mondo” con Marino Sinibaldi, Daria Bignardi, Francesco Piccolo e Giorgio Zanchini.

Ad inaugurare la giornata conclusiva del 4 maggio, Tony Wheeler di Lonely Planet, a cui seguirà un affondo sulla Crimea raccontata dai media con Paolo Mieli, Lucio Caracciolo e Renato Coen (ore 11, Teatro della Sapienza). Tra gli incontri più interessanti, la presentazione del libro sulla finanza di Guido Mario Brera (Hotel Brufani, alle 12) e quella di Concita De Gregorio “Un viaggio sull’isola”, oltre alla conferenza sui politici – da Craxi a Renzi – che odiano i giornalisti. Alle 17:30 Enrico Mentana sarà twittervistato da Arianna Ciccone. A partire dalle 21 racconti di mafia al Teatro Marlocchi.

Per consultare il programma completo, visita il sito ufficiale.

(fonte: La Stampa)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

preparazione apertivi

Cocktail: consumi in aumento grazie ai gusti delle donne

Inizia oggi il ComiCon di Napoli: ospiti Dylan Dog e X-Men