in ,

Una scia di morti e malati a Vado, Liguria, a causa di centrali a carbone: Grillo indaga

A marzo 2014 la Procura di Savona ha posto sotto sequestro la centrale elettrica a carbone Tirreno Power di Vado Ligure. Tale ordinanza parla di «nesso tra emissioni e morti». Una cifra raccapricciante di morti: stando alle prove raccolte degli inquirenti le emissioni tossiche della centrale, tra il 2000 e il 2007, avrebbero indotto più di 400 morti nonché intensificato l’incidenza di malattie legate al sistema respiratorio di moltissimi bambini nati alle pendici degli ecomostri. Beppe Grillo ha scritto ieri sul suo Blog di questa vicenda dopo aver consultato Milena Debenedetti, portavoce del MoVimento 5 Stelle al comune di Savona.

Licheni su roccia

Ecco alcuni stralci per cogliere al meglio la situazione: per prima cosa la Debenedetti racconta a Grillo la lunga storia della centrale in questione, nata nei lontani anni Settanata e finita presto nel mirino di medici e biologi lungimiranti che ne avevano denunciato la pericolosità per l’ambiente e per i cittadini, obbligati a vivere nei suoi dintorni. Senza contare che questa centrale funzionava senza Aia ovvero senza una autorizzazione integrata ambientale. Pare che degli studi effettuati sui licheni, che sono notoriamente ottimi indicatori dello stato di salute di un territorio, abbiano rivelato presenza di cadmio, arsenico e mercurio: tutti elementi facilmente riconducibili alla centrale.

Finché non iniziano ad arrivare i primi esposti e, successivamente, come spiega la donna anche i dati effettivi:  “si trattava di dati da prendere con estrema cautela, quindi quando furono resi pubblici il dato risultò ancora più eclatante, cioè anche a fronte di una potenziale previsione, purtroppo acclarata da studi internazionali, di aumento della mortalità, per tumori, malattie, cardio vascolari respiratorie, dovuto alla centrale, avevamo negli anni presi in esame, dei casi, addirittura più di 400 morti in più di quelle previste e un numero imprecisato.. un numero molto elevato di ricoveri per patologie di tutti i tipi e purtroppo molto spesso anche di bambini, quindi un dato drammatico dentro il dramma.”

Chiunque volesse approfondire e conoscere meglio questa spinosa situazione che ha logorato la salute di moltissimi cittadini conducendone alla morte, lo ricordiamo, più di 400  può visitare la pagina facebook “No!!!Al potenziamento di Tirreno Power“.

news pescara

Lasciate spesso i vostri figli da soli? Ecco come stare con loro

livorno cronaca

Anticipazioni Grande Fratello 13, puntata 5 maggio 2014: arriva il primo finalista con una votazione a sorpresa