in ,

Unar, orge pagate con fondi pubblici: si dimette il direttore

Bufera sull’Unar, l’Ufficio nazionale attivo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che si occupa di lotta alla discriminazione razziale. Il direttore, Francesco Spano, ha presentato questa sera le proprie dimissioni nelle mani della sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi.

Spano è stato convocato a Palazzo Chigi dopo che un servizio del programma Tv “Le iene” ha svelato un uso improprio dei fondi del Governo. Secondo la ricostruzione giornalistica l’Unar avrebbe finanziato alcune associazioni gay che in realtà organizzavano orge nei propri locali. Accuse pesanti quelle della trasmissione tv, parzialmente smentite da Palazzo Chigi che in un comunicato in serata ha precisato che i fondi previsti dal bando oggetto dell’inchiesta non sarebbero stati ancora assegnati.

«Le dimissioni – si legge nel comunicato – vogliono essere un segno di rispetto al ruolo e al lavoro che ha svolto e continua a svolgere l’Unar, istituito con il decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 215, in recepimento alla direttiva comunitaria n. 2000/43 CE contro ogni forma di discriminazione… La Presidenza del Consiglio, per quanto non si ravvisino violazioni della procedura prevista e d’accordo con il dott. Spano, disporrà la sospensione in autotutela del Bando di assegnazione oggetto dell’inchiesta giornalistica, per effettuare le ulteriori opportune verifiche. I relativi fondi, comunque, non sono stati ancora erogati».

Dura la polemica da parte delle forze politiche di opposizione che chiedono la chiusura dell’Unar.  «Non c’era bisogno del servizio delle Iene – ha detto il senatore Lucio Malan di Forza Italia – per sapere che da tempo l’Unar agisce al di fuori della legge, occupandosi soprattutto di questioni LGBT, quando la legge che lo istituisce parla solo di rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o l’origine etnica».

 

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Uomini e Donne Gossip: Giulia De Lellis e Andrea Damante

Isola dei Famosi 2017: Giulia De Lellis e Andrea Damante? Sì, alla fine ci sono

Isola Dei Famosi 2017: la stoccata di Vladimir Luxuria a Nathalie Caldonazzo