in ,

Unioni civili a Bologna, la prima coppia rinvia la cerimonia: troppa attenzione mediatica

La prima cerimonia di unione civile a Bologna non si farà: è quanto deciso dalla coppia stessa che, visto il clamore mediatico che stanno riscuotendo le prime cerimonie tra persone dello stesso sesso, ha preferito tirarsi indietro in attesa di un periodo più tranquillo.

Dopo la firma del decreto 144, le unioni civili in Italia sono realtà e, soprattutto nelle grandi città, ci sono già lunghe liste d’attesa per le celebrazioni. Non tutti, però, sembrano amare il clamore suscitato da questa novità: è il caso delle protagoniste della prima unione civile programmata a Bologna che si sarebbe dovuta svolgere il 3 Agosto. La coppia, formata da due donne, ha infatti deciso di rinviare la cerimonia per questioni legate alla privacy.

Il “no” della coppia è arrivato dopo che l’amministrazione comunale ha deciso di rendere noto l’evento pubblicando l’ora, il luogo e la data della cerimonia: le due donne, infatti, desideravano una cerimonia più intima, dal profilo più basso e, di certo, priva di tutta quest’eco mediatica. Dall’amministrazione comunale e dal sindaco Virginio Merola, però, fanno sapere che la coppia era stata avvisata del fatto che “questa prima, importante unione tra persone dello stesso sesso sarebbe stata al centro dell’attenzione mediatica. “ e aggiungono “Evidentemente una comprensibile, ulteriore, riflessione ha indotto la coppia a un ripensamento. Accogliamo con il massimo rispetto la loro scelta, quando vorranno celebrare la loro unione la Sala Rossa sarà aperta come per come tutte le altre coppie che si sposano a Palazzo d’Accursio”.

 

Questi Giorni Piccioni, il film in concorso a Venezia 73 con Margherita Buy e Filippo Timi: ecco trailer e cast [FOTO]

Calciomercato Nizza Balotelli

Calciomercato news: Balotelli cerca squadra, ecco tutte le probabili destinazioni