in ,

Unioni civili: ci siamo, approvata fiducia sul ddl dalla Camera, ecco cosa manca

Le Unioni civili sono quasi realtà. Oggi la Camera dei Deputati ha approvato la fiducia al ddl con 369 voti a favore su 564 deputati presenti. Ad astenersi sono stati solo in 2 del gruppo misto: Rudi Franco Marguerettaz e Vincenza Labriola.

Intanto il centrodestra è pronto a scendere in campo domani alle 12:00. In sala stampa, infatti, è prevista una conferenza da parte di deputati della Lega, dei Conservatori e Riformisti, Fratelli d’Italia, Ds-Cd e Forza Italia a seguire, nel tentativo di poter indire un referendum abrogativo sulle Unioni civili. Ad approvare la fiducia anche ALA; Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia, si è subito schierato a sfavore, dichiarando tramite Twitter: “Ala vota fiducia a governo @matteorenzi salga a Colle, spieghi a Mattarella mutati assetti maggioranza e poi chieda nuova fiducia a Camere“.

A sua volta anche Giorgia Meloni, su Facebook: “A Montecitorio per votare no alla legge sulle unioni civili di Renzi. Porre la questione di fiducia su temi delicati come questo rappresenta l’ennesimo abuso di parte di un governo arrogante, che senza aver ricevuto alcun mandato popolare usa le istituzioni a suo piacimento“. Ma cosa manca ancora perché la Legge diventi realtà? Prima il voto di fiducia da parte del Senato il 25 febbraio 2016, poi le modifiche in relazione alla Stepchild Adoption con l’eliminazione dell’articolo 5. Oggi la fiducia approvata anche da parte della Camera. Insomma, manca solo il via libera definitivo in serata, per la precisione alle ore 19:00 e la Legge sarà realtà.

Photo Credit: Andrei Zveaghintev/Shutterstock.com

arredare casa, arredare casa online, arredare casa spendendo poco, arredamento casa online, come arredare casa online, come arredare casa con poco,

Arredare casa online: 5 mosse per spendere poco e acquistare bene

Riforma pensioni news oggi, Opzione Donna proroga al 2018

Riforma pensioni 2016 ultime novità: proroga Opzione Donna vicini a un risultato positivo?