in ,

Unioni civili, gli emendamenti più assurdi presentati al DDL Cirinnà

Il tema delle unioni civili è oramai da tempo motivo di discussioni, sia governative sia tra persone comuni ma non solo: dagli intellettuali ai cantanti, sono tanti quelli che si sono mobilitati a sostegno di una legge che sembra però non piacere a molti parlamentari che partoriscono emendamenti come se piovesse e al solo scopo di frenare un decreto di legge che, piaccia o no, è più che mai necessario. Qui di seguito alcune delle proposte di emendamento più assurde presentate in Senato.

Modificare disegni di legge, soprattutto se tanto delicati, è un lavoro difficile tanto che alcuni parlamentari hanno deciso di limitarsi a riproporre ciclicamente il medesimo testo cambiando solamente una parola, ecco alcuni esempi. Al comma 1, dopo le parole: «dello stesso sesso.», aggiungere le seguenti: «stabilmente conviventi da almeno quattro anni»”: questa la proposta firmata da Giovanardi che si ripresenta ciclicamente, e anche con più varianti, semplicemente variando il numero di anni o aggiungendo anche i mesi. Tra quelli più quotati come assurdi c’è sicuramenteAl comma 6, secondo periodo, sostituire le parole: «facendone dichiarazione» con la seguente: «inviando un SMS»”.

Questione di sfumature, ecco allora che da Malan e Gasparri viene proposto di Sostituire la parola: «civile» con la parola: «solidale»” ma anche Al comma 1 dopo le parole: «l’unione civile tra» inserire le seguenti: «due»” o “Al comma 1, sostituire le parole: «l’unione civile» con le seguenti: «la convivenza registrata»”.

(Foto: nito/Shutterstock)

pensioni 2017 Opzione donna, aspettativa di vita e ottava salvaguardia, elle richieste dei sindacati

Maggiorazione sociale INPS 2016: a chi spetta, cosa significa, assegno sociale e informazioni

isabella noventa scomparsa a padova

Isabella Noventa ultime notizie: Freddy Sorgato patrimonio di 2 milioni di euro, indagini in corso