in ,

Unioni Civili, il ddl Cirinnà supera il primo voto: Senato respinge non passaggio

Nel primo giorno di votazioni sul delicato tema delle unioni civili, primo voto superato con successo per il ddl Cirinnà. L’Aula del Senato infatti ha respinto la richiesta di non passaggio all’esame degli articoli, presentata da Roberto Calderoli (Lega), Gaetano Quagliariello (Idea) e altri 74 senatori. Hanno svolto un ruolo decisivo gli esponenti del Movimento Cinque Stelle. 

Hanno votato contro 195 senatori, 101 hanno scelto di votare a favore e uno solo si è astenuto; nel pomeriggio il presidente Grasso aveva già respinto la richiesta di voto segreto facendo in modo che l’esame del ddl Cirinnà fosse fatto tramite voto palese: “Il tema rientra non tanto nella sfera di applicazione degli articoli 29, 30 e 31 della Costituzione nell’ambito di applicazione dell’articolo 2 della Costituzione, in base al quale la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità.”

Una decisione presa in linea con quanto stabilito dal PD che è deciso a respingere tutte le proposte portate avanti con l’obiettivo di non far partire il dibattito.

Zika virus emilia romagna

Zika virus: primo caso in Emilia Romagna: contagiato un 30enne di Rimini

tale e quale show

Valerio Scanu, Finalmente Piove testo: canzone Sanremo 2016