in ,

Unioni civili, Stepchild adoption: respinto ricorso su adozione coppia gay

La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile la questione di legittimità costituzionale sollevata dal Tribunale dei minori di Bologna riguardo la stepchild adoption relativa al caso di due donne sposate negli Stati Uniti che richiedevano il riconoscimento in Italia dell’adozione del bambino dell’altra, dopo che il tribunale dell’Oregon aveva stabilito che ognuna era rispettivamente madre del figlio dell’altra.

La coppia si era trasferita a Bologna richiedendo il riconoscimento dell’adozione ma i giudici avevano deciso di inviare gli atti alla consulta, visti i dubbi per quanto riguarda due articoli della legge sulle adozioni che vieterebbero questa possibilità delle coppie gay. La nota emessa dalla Consulta riporta in questo modo le motivazioni della sentenza, che arriva proprio un giorno prima del ritorno in Aula per le discussioni sulle unioni civili:

“Il Tribunale di Bologna ha erroneamente trattato la decisione straniera come un’ipotesi di adozione da parte di cittadini italiani di un minore straniero (cosiddetta adozione internazionale), mentre si trattava del riconoscimento di una sentenza straniera, pronunciata tra stranieri”.

Napoli – Villareal probabili formazioni Europa League: Higuain si o no?

uomo ucciso per una sigaretta

Torino: pensionato ucciso al bar per una sigaretta